in

Fiat Tipo: ecco come è andata al test dell’alce

Ottime doti dinamiche per la Fiat Tipo che nonostante affronti il test a velocità inferiore a quella prevista, ragiona su buoni riscontri

Gli spagnoli di Km77.com hanno effettuato il classico test dell’alce su una nuova Fiat Tipo Hatchback a 5 porte dotata del propulsore da 1.0 litri T3 da 100 cavalli di potenza, ed equipaggiata con pneumatici Continental ContiEcoContact 6 su cerchi da 17 pollici. Come si comprende dalla denominazione del sito web spagnolo, la velocità obiettivo da raggiungere in questa fase di test è pari a 77 km/h: la Fiat Tipo, ultima generazione di un modello già nato nel 2016, si è ben comportata nonostante non abbia raggiunto il dato velocistico richiesto durante le fasi di test.

Il buon dinamismo della Fiat Tipo risulta apprezzabile anche da parte dell’equipe di Km77.com. La prima fase del test ha previsto appunto l’approccio alla prima svolta verso sinistra sfruttando la velocità di 77 km/h. La Tipo ha sicuramente ben risposto all’approccio dinamico, ma non è riuscita a rientrare nella sede stradale prevista impattando in parte contro i coni posti all’esterno tuttavia senza perdere troppo in termini di stabilità che è rimasta comunque su livelli accettabili.

La Fiat Tipo supera il test dell’alce a 70 km/h

Quindi la Fiat Tipo ha subito un consistente sottosterzo che ha spinto il pilota ad abortire il tentativo effettuato a quasi 80 km/h di velocità. Di certo la Tipo non si è particolarmente scomposta, mantenendo quasi intatta la fiducia del pilota nei suoi confronti. Si è quindi deciso di praticare il test puntando su una velocità ridotta a 70 km/h, giudicata comunque bassa.

In questo caso la Fiat Tipo ha completato il test in scioltezza, garantendo quindi un corretto approccio alla dinamica prevista. Secondo Km77.com esistono buone ragioni “per credere che parte del motivo del cattivo risultato nella prima fase, sia imputabile all’eccessiva azione del controllo di stabilità elettronico che ha agito precocemente facendo bloccare l’anteriore sinistra”. Un ulteriore motivo, sempre secondo il sito spagnolo, potrebbe essere imputabile agli pneumatici Continental ContiEcoContact 6 che “non fornivano molto grip in queste condizioni”.

Dopo ulteriori test la condizione sembra essere migliorata, sebbene la Fiat Tipo non sia riuscita a mantenere nell’esatta posizione iniziale tutti i coni utilizzati. In ogni caso la vettura è apparsa “sicura e facile da controllare”. Diversa la situazione nel caso del test dello slalom dove la Fiat Tipo si è messa in evidenza. In questo caso i coni sono separati uno dall’altro di 22 metri e vengono affrontati comunque oltre i 70 km/h. I cambi di direzione appaiono poco bruschi e il rollio è ben controllato con l’ESC che interviene alle più alte velocità, senza inficiare le performance del test in questo caso. Già nel 2016 un test simile era stato praticato sempre con la Fiat Tipo, mettendo in luce anche quella volta gli stessi problemi legato al sistema di stabilità elettronico.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento