in

Ferrari: Sainz avrà la nuova PU in Turchia, ma senza Binotto

Anche Carlos Sainz disporrà della power unit 4 di casa Ferrari a partire dal Gran Premio della Turchia dove sarà assente Mattia Binotto

Carlos Sainz

Quanto era già nell’aria è stato ufficializzato dalla Ferrari. Anche Carlos Sainz disporrà della power unit 4 a partire dal prossimo Gran Premio della Turchia. Il madrileno utilizzerà infatti la quarta power unit stagionale incorrendo in una ovvia penalità che lo farà scattare dall’ultima fila, esattamente come era successo a Charles Leclerc in Russia.

Anche Carlos Sainz, quindi, avrà a disposizione la nuova power unit Ferrari che adotta un nuovo sistema ibrido che guarda già alle nuove possibilità offerte dal regolamento in vigore a partire dalla prossima stagione di Formula 1. In Turchia quello che attende Carlos Sainz sarà un Gran Premio di rimonta con la volontà di risalire perlomeno fino alla zona punti.

A posizioni invertite rispetto a quanto accaduto a Sochi, ora la Ferrari si attende ulteriori dati per scoprire pregi e virtù di una power unit sulla quale a Maranello si punta molto. Allo stesso tempo si potrà comprendere maggiormente dove potrà effettivamente arrivare Charles Leclerc che in Turchia non disporrà di alcuna penalità. Di certo i passi avanti mostrati dalla nuova unità propulsiva appaiono interessanti, tanto che i giudizi sono apparsi subito piuttosto positivi sia da parte di Mattia Binotto che di Laurent Mekies.

La nuova power unit monta un sistema ibrido rivisto con batteria dotata di elettrolita allo stato solido: una configurazione che introduce minori volumetrie e maggiore densità energetica a disposizione. L’impianto è stato anche rivisto al rialzo con una tensione passata da 400 Volt a 800 Volt utile per cariche più rapide e per risparmiare un paio di chilogrammi alla bilancia.

Non ci sarà Mattia Binotto: la Ferrari si affida a Laurent Mekies

Tuttavia in Turchia mancherà il team principal della Ferrari, Mattia Binotto. Difatti Binotto non sarà presente all’appuntamento dell’Istanbul Park seguendo uno schema già visto anche durante la passata stagione e annunciato anche per quella 2021. Mattia Binotto rimarrà infatti alla Gestione Sportiva di Maranello per seguire più da vicino il lavoro di sviluppo sulla monoposto dedicata alla stagione 2022. Tuttavia rimarrà in costante contatto con il muretto a bordo pista sfruttando il Remote Garage di Maranello. Al suo posto, il muretto Ferrari avrà a disposizione Laurent Mekies.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento