in

Fiat Chrysler – Tesla: un’alleanza impossibile o conveniente per entrambi?

Tesla potrebbe esaurire i propri fondi entro il 2019 FCA invece ha tutta la liquidità che le serve

Sergio Marchionne FCA e Elon Musk Tesla Fusione

Il CEO di Fiat Chrysler Automobiles Sergio Marchionne cerca, da tempo, partner per rimediare sul ritardo nell’ambito dei veicoli elettrici. Il CEO di Tesla Elon Musk in 15 anni di fatturati non ne ha avuto nemmeno uno in attivo e si ritrova, oggi, a dover affrontare ciò che lui stesso ha definito un ‘inferno produttivo’ relativamente alla Tesla Model 3, un’auto che verrà venduta al prezzo base di 35.000 dollari americani. Tesla, teoricamente, dovrebbe svilupparne milioni di esemplari ma riesce a produrne, al momento, soltanto qualche migliaio.

Nel Q3 2018 ha perso 709,6 milioni di dollari e, anche se in borsa capitalizza meglio di FCA, potrebbe finire presto la liquidità necessaria.

Tesla Model 3 Interni e FCA
Interni della Tesla Model 3

Fiat Chrysler e Tesla: un po’ di numeri

Fiat Chrysler Automobiles non ha, di certo, problemi finanziari né tanto meno di liquidità. Il titolo FCA è apprezzato in borsa e, nel primo trimestre 2018, il suo fatturato nel mondo ha totalizzato oltre 30 miliardi di dollari (1,5 miliardi soltanto in Nord America) chiudendo l’anno 2017 con una riserva di liquidità di circa 13 miliardi di dollari.

Considerando il valore di capitalizzazione di Tesla e FCA, è tuttavia difficile pensare ad una crisi imminente per l’azienda delle auto elettriche. Ricordiamo che Tesla ha una capitalizzazione in borsa ben superiore a FCA (50 Mld) contro 35 Mld di FCA, ma mentre il titolo di Tesla è sceso del 7% FCA sale in questo 2018 di ben il 20%.

Mentre Fiat Chrysler non ha problemi di liquidità, Tesla è sull’orlo della bancarotta.

Sergio Marchionne è da tempo in cerca di una fusione con un’altra casa automobilistica e vorrebbe riuscirci prima della sua pensione, nel 2019. Tesla, dal canto suo, è quasi sull’orlo della bancarotta (tempo massimo un anno).

Fiat Chrysler potrebbe fornire a Tesla la copertura di cui ha bisogno per incrementare il fatturato e la produzione senza timore di rimanere a corto di liquidità; sarebbe, inoltre, in grado di offrire a Tesla la sua esperienza produttiva.

Cosa può fornire in cambio Tesla? Potrebbe trasformare FCA in una delle più importanti case automobilistiche impegnate nell’ambito dello sviluppo di auto elettriche salvando la propria tecnologia Autopilot, un settore quello delle auto elettrificate nel quale FCA si è mossa poco fino ad oggi.

L’alleanza tra i due colossi secondo noi è fattibile, interessante ed ‘elettrizzante’. Potrebbe succedere, perché no? Commenta l’articolo e fai sapere cosa ne pensi.