in

Formula 1: Audi e Porsche vorrebbero la trazione sulle quattro ruote

L’incontro fra F1 e FIA sulle nuove power unit si è concluso in Austria in accordo con la partecipazione di tutti i principali protagonisti del Circus e non

Antonio Giovinazzi

L’incontro fra Formula 1 e FIA sulle nuove power unit che verranno si è concluso in Austria in accordo con la partecipazione di tutti i principali protagonisti del Circus e non. Difatti l’incontro, che aveva come tematica principale quella di trovare una discussione unanime sulle tecnologie del prossimo futuro per la nuova generazione di power unit da adottare in Formula 1 a partire dal 2025, ha previsto la partecipazione oltre che degli attuali motoristi Ferrari, Mercedes, Renault e Red Bull (Honda lascerà infatti a fine anno) anche delle delegazioni di Audi e Porsche.

L’interesse che entrambi i marchi appartenenti al Gruppo Volkswagen ripongono per un eventuale ingresso nel Circus come motoristi appare sempre più concreto. Tuttavia, secondo alcune indiscrezioni, entrambi pare abbiano proposto una soluzione decisamente inusuale e assolutamente particolare per la Formula 1: sia Audi che Porsche pare abbiano proposto di introdurre l’unità ibrida sull’asse anteriore in modo da introdurre in Formula 1 una tecnologia del tutto simile a quella adoperata già nel WEC per andare a realizzare un futuro con trazione su tutte e quattro le ruote. Tuttavia l’ipotesi difficilmente troverà applicazione, almeno così sembra.

Nel passato qualcosa di simile

A dire il vero la Formula 1 non sarebbe del tutto nuova all’adozione delle quattro ruote motrici, ma bisogna praticare un passo indietro lungo 50 anni. Nel 1971 infatti a Monza si vide una monoposto dotata della trazione integrale, nello specifico si trattava di una Lotus che in quell’occasione schierò la 56B 4WD dotata appunto della trazione su tutte e quattro le ruote: la monoposto del genio Colin Champan non riuscì però a realizzare interessanti riscontri. Quindi la Formula 1 è rimasta da sempre attaccata ai suoi principi, fra i quali troviamo proprio quello di disporre di due sole ruote motrici.

Ora se ne torna a parlare, in riferimento al nuovo cambiamento atteso per le power unit a partire dal 2025. Quanto proposto da Audi e Porsche sarebbe un nuovo motore ibrido dotato di una rinnovata componente elettrica, più corposa di quella oggi a disposizione sulle attuali monoposto del Circus. Quindi all’anteriore sarebbe previsto un motore elettrico in grado di fornire trazione direttamente all’asse posto davanti al pilota.

La volontà di Audi e Porsche sarebbe quella di virare completamente rispetto al comparto propulsivo oggi in essere in Formula 1 probabilmente per mitigare l’eventuale gap che avrebbero qualora decidessero di approcciare il Circus con le loro power unit portando nella massima serie un comparto tecnico decisamente vicino a quanto di loro conoscenza derivante dai progetti sviluppati per l’Endurance proprio da loro.

Convincere le parti su una transizione di questo tipo sarà decisamente complicato per Audi e Porsche. La discussione è aperta, ma la Formula 1 resta ferma nelle sue convinzioni che vogliono intanto mantenere l’unità tradizionale endotermica anche se alimentata a bio carburante. Nel frattempo la Formula 1, in accordo con la FIA, ha fatto sapere tramite il suo account Twitter che le “discussioni molto positive hanno avuto luogo oggi con tutti gli attuali e potenziali nuovi fornitori di power unit per quanto riguarda la prossima fase delle power unit in Formula 1. Le discussioni continueranno nelle prossime settimane, con ulteriori annunci che verranno dati in seguito”.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI