in

Alfa Romeo Palade: ecco come potrebbe essere la versione elettrica

Il progetto digitale è stato realizzato dal designer Alessandro Capriotti

Alfa Romeo Palade elettrico

Alfa Romeo ha in programma di lanciare una serie di nuovi modelli che dovrebbero permettergli di restare a galla in un mercato automobilistico parecchio affollato. Essendo un marchio che fa affidamento principalmente sulla sua tradizione, al momento esiste essenzialmente solo nel passato viste le vendite basse e la gamma attuale che include soltanto due modelli.

Magari il Biscione potrebbe prendere in considerazione di riportare sul mercato uno dei suoi grandi classici. C’è però un problema. Il passato della casa automobilistica di Arese è costituito principalmente da vetture sportive e questo è l’ultimo segmento a cui può fare affidamento per aumentare le immatricolazioni dato che gran parte degli automobilisti oggi sceglie SUV e crossover.

Alfa Romeo Palade: il nuovo SUV potrebbe debuttare anche in versione EV

Oltre allo Stelvio già disponibile sul mercato da diversi anni e al Tonale che arriverà presto, recenti indiscrezioni hanno parlato di un terzo modello appartenente a questo segmento che potrebbe chiamarsi Alfa Romeo Palade. Il nome segue lo schema utilizzato da Alfa Romeo che prende in prestito i nomi di famosi passi alpini del Nord Italia, proprio come Stelvio e Tonale. Al momento, però, parliamo esclusivamente di indiscrezioni in quanto non c’è ancora nulla di ufficiale e concreto.

Nell’attesa di scoprire maggiori informazioni, il designer italiano Alessandro Capriotti ha utilizzato proprio il nome Palade per la sua ultima creazione che mostra come potrebbe essere secondo lui il più piccolo modello della gamma SUV del marchio di Stellantis in versione 100% elettrica.

Una delle caratteristiche più interessanti dell’Alfa Romeo Palade dovrebbe essere la sua gamma di motori, costituita sia da endotermici che da un’unità completamente elettrica. Se il brand italiano riuscirà a fare un’ottima impressione con la versione full electric, potrà affermarsi come uno dei più importanti player del settore. Ad ogni modo, il SUV del Biscione dovrà comunque proporre un’autonomia soddisfacente e delle prestazioni dinamiche decenti per fare una buona impressione.

Ci aspettiamo comunque che lo storico marchio milanese prenderà in prestito la piattaforma utilizzata da ex PSA per i suoi veicoli elettrici. Non ci resta che attendere le prossime settimane per vedere se emergeranno ulteriori informazioni sul presunto Alfa Romeo Palade.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI