in

La nuova rete Stellantis sarà svelata tra giugno e luglio

Tra giugno e luglio si dovrebbe conoscere la nuova rete di distributori di Stellantis per i prossimi anni dopo la disdetta dei contratti attuali

Stellantis
Stellantis

Il Gruppo Stellantis annuncerà la struttura di vendita che avrà in Europa dal 1 giugno 2023, tra giugno e luglio di quest’anno, una volta notificata la disdetta degli attuali contratti di concessionaria di tutti i suoi marchi con due anni di anticipo.

Questa decisione, che interesserà la rete commerciale dei produttori Peugeot, Citroën, DS, Opel, Fiat, Alfa Romeo, Jeep, Lancia e Abarth, coinvolge centinaia di punti vendita e migliaia di lavoratori. Al momento ci sono pochi dati sui piani del costruttore, anche se i distributori hanno capito che si cercherà di valorizzare la presenza di grandi gruppi multimarca, mettendo invece a rischio la continuità del rivenditori che distribuiscono solo uno dei marchi del gruppo.

E il fatto è che saranno molti gli investimenti che dovranno fare in futuro in vista delle sfide che i nuovi sistemi di mobilità si stanno ponendo, oltre alla sfida della digitalizzazione e della riduzione dell’impatto ambientale. Pertanto, Stellantis sarebbe alla ricerca di società con muscoli finanziari sufficienti in grado di sostenere tali spese.

La decisione non è stata accolta con favore dalla rete, sia per la fretta con la quale è stata presa, senza preavviso, sia per il contesto economico in cui è stata presa, con un calo generalizzato del mercato e con una nuova normativa europea in materia di distribuzione che arriverà a maggio del prossimo anno e per la quale non si conosce ancora il testo definitivo.

Per questo, secondo diverse concessionarie si auspica che i centri che devono ospitare i nuovi marchi del gruppo non debbano affrontare standard troppo elevati in termini di numeri nelle strutture, servizi post vendita o disponibilità di magazzino. Allo stesso tempo, confidano che chi non passerà il filtro e non continuerà come distributore di Stellantis, riceverà un compenso in linea con gli investimenti effettuati. Una volta nota la rete scelta da Stellantis, inizieranno le trattative per la firma dei nuovi contratti, per i quali è prevista una durata di due anni.

Ti potrebbe interessare: Stellantis: cassa integrazione in Italia e assunzioni all’estero

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento