in

Stellantis: fabbrica di batterie in Italia?

Stellantis starebbe seriamente prendendo in considerazione l’ipotesi di realizzare una fabbrica di batterie in Italia

Stellantis
Stellantis

Stellantis potrebbe aprire una fabbrica di batterie in Italia. Secondo indiscrezioni provenienti da fonti autorevoli il governo italiano sarebbe attualmente in trattative con il gruppo guidato da Carlos per investire nella produzione di batterie per veicoli elettrici nel paese.

Una fabbrica di batterie in Italia per Stellantis?

Un incontro sarebbe avvenuto a Roma questa settimana tra il presidente di Stellantis John Elkann, l’amministratore delegato Carlos Tavares e Giancarlo Giorgetti, ministro dello sviluppo economico italiano. A quanto pare questa riunione tra i massimi dirigenti del gruppo automobilistico e il Ministro del governo italiano sarebbe stato incentrato sul futuro della mobilità elettrica nel Paese.

Giorgetti ha cercato rassicurazioni da Stellantis che l’Italia rimarrà uno dei principali paesi in cui la società produce veicoli e ha chiesto informazioni sui piani di investimento nella produzione di batterie a Mirafiori, il principale distretto industriale della Fiat a Torino. I soliti bene informati però avvisano che le discussioni sono in una fase iniziale, non è stata presa alcuna decisione definitiva e l’azienda potrebbe decidere di investire nella produzione di batterie altrove.

Ricordiamo che Stellantis sta aprendo fabbriche di batterie per le sue future auto elettriche anche in Francia e in Germania. Nei giorni scorsi si era parlato anche della Spagna ma al momento mancano conferme ufficiali. I dirigenti di Stellantis hanno anche negoziato con il governo del Regno Unito per mesi per il supporto per riorganizzare una fabbrica di automobili in Inghilterra alla luce del divieto di vendere auto con motori a combustione.

Ricordiamo infine che il gruppo Stellantis impiega più di 50.000 lavoratori in diverse dozzine di stabilimenti produttivi in ​​Italia. L’anno scorso, il governo guidato dal premier Giuseppe Conte ha approvato una linea di credito da 6,3 miliardi di euro per Fiat Chrysler. SI è trattato  del più grande finanziamento sostenuto dal governo organizzato per una casa automobilistica in Europa durante la pandemia di coronavirus.

Ti potrebbe interessare: Stellantis organizza anche la sua divisione ingegneristica

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI