in

ANAS: la nuova barriera bordo laterale supera positivamente i test

Hanno prodotto esito positivo tutti i test prodotti sulla nuova barriera bordo laterale progettate da ANAS

ANAS Barriera

Hanno prodotto esito positivo tutti i test prodotti sulla nuova barriera bordo laterale progettate da ANAS. Lo ha reso noto la stessa società del Gruppo FS Italiane aggiungendo che la barriera di classe H2 e H3 è stata validata in campo prova con certificato AISICO Test House & Lab, oltre ad essere stata testata anche in presenza di scarpata, terreni soft e spazi ristretti: in tutti i casi, e in base alle necessità specifiche, la barriera potrà adottare anche un profilo specifico salva motociclista in acciaio ANAS.

Viene certificata in questo modo l’estrema qualità costruttiva dell’elemento oltre ad un’adattabilità particolarmente ampia che la rende versatile per ogni utilizzo. Si installa infatti velocemente su ogni tipologia di strada grazie anche al numero limitato di elementi che la compongono. In questo modo si restringono anche i tempi necessari alla realizzazione stessa e quindi si riduce tutta la fase produttiva.

La scheda tecnica

La nuova barriera bordo laterale rientra all’interno di un’ampia famiglia di barriere stradali ragionate e progettate da ANAS tutte con distanziatore di nuova generazione, progettato appositamente per ottenere risultati eccellenti in tema di deformazioni ma anche per la protezione degli occupanti dei veicoli leggeri (classificati come ASI A), ma anche per quelli di classe H2 e H3. Il nuovo distanziatore ha già ottenuto riscontri molto interessanti durante i test condotti e rappresenta una evoluzione del noto distanziatore detto “a testa di gatto” universale ANAS per tutte le classi di barriere.

In ogni caso per la classe H3 introduce la novità del mancorrente a C sicuro per affiancare la barriera anche a piste ciclabili e per una più facile installazione sui tratti in curva. Per la classe H2 invece viene ridotto il peso complessivo per una barriera comunque testata in spazi limitati. Tutti gli elementi sono realizzati da impianti di produzione standard, come il nuovo distanziatore che è privo di saldature in modo da semplificare tutta la fase produttiva.

ANAS, ancora prima dell’entrata in vigore del D.M. 1 aprile del 2019 sui “Dispositivi Stradali di Sicurezza per i motociclisti”, aveva orientato la sua ricerca per implementare una nuova famiglia di barriere di sicurezza stradali in acciaio di tipo discontinuo in grado di montare facilmente i Dispositivi Stradali di Sicurezza per i motociclisti previsti.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento