in

Stellantis: la sua decisione sui dealer è un’opportunità per DS

Jacques-Edouard Daubresse, direttore di DS France vede un’opportunità per il suo marchio nella decisione di Stellantis di recedere da tutti i dealer

DS Automobiles
DS Automobiles

Nonostante le preoccupazioni degli investitori, secondo il suo direttore Jacques-Edouard Daubresse, l’annuncio di Stellantis in merito alla risoluzione dei contratti di vendita e distribuzione per i marchi del gruppo è il modo per garantire la rappresentanza futura e premium del marchio DS Automobiles in Francia.

A partire dal mese di giugno 2021 e nell’arco di due anni, questa grande pulizia dovrebbe in particolare consentire di ridurre il numero di concessioni e di sviluppare le vendite su Internet. Per DS France e il suo direttore, che conta su 168 punti vendita e un target di 190 siti aperti entro la fine del 2021, questa è una grande opportunità per affermare ulteriormente il marchio nel piccolo mercato del premium francese per i prossimi due anni. Si noti che nel 2020 DS ha conquistato il 9,7% della quota di mercato, appena tre anni dopo il lancio della sua rete esclusiva.

 Ecco il discorso di Jacques-Edouard Daubresse, direttore di DS France: “Dopo prodotti eccezionali, il punto di forza del marchio DS è l’esperienza del cliente nel punto vendita, il DS Store ne è addirittura consostanziale. L’annuncio di pochi giorni fa di Stellantis sulla riorganizzazione delle reti va completamente in questa direzione. Ciò implica concretamente che avremo la possibilità di sviluppare altri formati in futuro. Oggi, in sintesi, la nostra rete è composta da DS Store, ovvero showroom chiusi e dedicati di 250 m 2 e DS Salon, aperto e in gran parte condiviso con Citroën.”

“Nel futuro di Stellantis, avremo la possibilità di mescolare questi due formati di rappresentazione che ci si addicono perfettamente con l’obiettivo di contenere investimenti e controllo dei costi di distribuzione. Vogliamo adattarci alle esigenze e al potenziale del mercato automobilistico francese. Questo progetto mi si addice, annuncia la garanzia di un universo premium perché possiamo benissimo immaginare di riunire i marchi premium del gruppo Stellantis, ovvero un sito DS abbinato a quelli di Alfa Romeo e Lancia ad esempio, per dare un senso e creare valore. Tutto è possibile.”

“Lavoreremo con i nostri partner e investitori nei prossimi mesi, una volta chiariti i termini dei nuovi contratti e le modalità di rappresentazione del marchio. Sì, a causa di questo annuncio c’è un po’ di preoccupazione e un po’ di emozione, questo è normale, ma questa fase è necessaria in relazione all’evoluzione della normativa europea e di quella del gruppo Stellantis.. Mettiamo in guardia gli interessati in anticipo, perché ci stiamo tutti dando due anni per affinare l’argomento.”

“Verranno aperti gruppi di lavoro a livello europeo e francese per discutere i contratti futuri con le nostre reti e i nostri partner. Ribadisco che tutto questo ha un senso, sia per perpetuare il modello economico dei distributori in un mondo che si fa sempre più teso sia per il marchio in senso stretto DS, vedo molti vantaggi in futuro in termini di rappresentanza. Molte cose devono ancora essere costruite, come l’esperienza omnicanale, ad esempio. Sono convinto che faremo buoni progressi insieme ai nostri partner e alle nostre reti, e che garantiremo il futuro del marchio DS Automobiles ”.

Stellantis
Stellantis
Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI