in

Baidu lancia in Cina un servizio di ride-hailing senza conducente

Il nuovo servizio è disponibile a Shougang Park, una delle sedi delle Olimpiadi invernali del 2022

Apollo di Baidu e AutoX, di proprietà di Alibaba e Waimo, si sono unite per implementare un servizio di ride-hailing (vettura + autista in caso di bisogno) senza conducente in Cina. La settimana scorsa, la filiale di Baidu ha lanciato un proprio servizio di ride-sharing autonomo senza guidatore a Pechino.

È il primo ad operare su larga scala nella Repubblica popolare cinese, il che non dovrebbe sorprende affatto. Il “Google della Cina” ha una lunga tradizione nel seguire il percorso del famoso motore di ricerca. Dopo che l’azienda con sede a Mountain View ha sviluppato una tecnologia per auto a guida autonoma, Baidu ha seguito subito il suo esempio.

Baidu servizio ride-hailing Cina
Baidu, il nuovo servizio senza conducente ha un’app dedicata dove effettuare le prenotazioni

Baidu: Apollo Go Robotaxi è il nome del nuovo servizio di ride-hailing

Il nuovo servizio prende il nome di Apollo Go Robotaxi ed è disponibile a Shougang Park, una delle sedi delle Olimpiadi invernali del 2022 che trasporterà i visitatori direttamente ai giochi.

Yunpeng Wang, vicepresidente e direttore generale della tecnologia di guida autonoma di Baidu, ha detto: “L’introduzione dei servizi senza guidatore è una fase indispensabile per la commercializzazione della guida autonoma. Oggi stiamo aprendo al pubblico i servizi di robotaxi completamente senza conducente a Pechino, che abbiamo raggiunto solo dopo aver condotto innumerevoli test senza conducente in molte città per un lungo periodo di tempo“.

In futuro, Baidu Apollo lancerà robotaxi senza conducente in più città, consentendo al pubblico di accedere a servizi di viaggio più ecologici, a basse emissioni di carbonio e convenienti, continuando a migliorare il processo di servizio senza pilota e l’esperienza dell’utente. La commercializzazione della guida autonoma può alleviare efficacemente la congestione e aiutare a raggiungere il picco di emissioni di anidride carbonica e raggiungere la neutralità del carbonio in Cina“, ha aggiunto Wang.

Il nuovo servizio viene fornito con un’app dedicata

Gli utenti avranno la possibilità di accedere ai robotaxi del nuovo servizio utilizzando un’applicazione dedicata. Per sbloccare la vettura senza conducente, si dovrà scansionare un codice QR e il proprio codice sanitario per la verifica dell’identità e per la prevenzione per via della pandemia.

Bisognerà premere anche un pulsante per iniziare il viaggio e il sistema assicurerà anche che le cinture di sicurezza siano allacciate e le porte chiuse. I veicoli del nuovo servizio Apollo Go Robotaxi di Baidu sfrutteranno le reti 5G ormai già molto diffuse in Cina.

L’assistenza alla guida in remoto tramite 5G è sempre presente per consentire a persone fisiche di accedere in remoto ai veicoli in caso di emergenza. Baidu ha iniziato a testare i suoi robotaxi dallo scorso ottobre e fino ad ora sono stati completati oltre 10 milioni di km di test su strada per la guida autonoma.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Lascia un commento