in

UAW: gli incentivi solo ai veicoli elettrici prodotti negli USA

In questo modo verrà incentivata la produzione locale di EV e batterie

La United Auto Workers (UAW), il sindacato che rappresenta i lavoratori dei tre grandi stabilimenti di Detroit, afferma che gli incentivi fiscali applicati ai veicoli elettrici dovrebbero essere validi soltanto per le auto fabbricate negli Stati Uniti.

Gli incentivi proposti dal governo statunitense, pari a 7500 dollari, per gli EV sono disponibili indipendentemente da dove i veicoli vengono realizzati. Reuters afferma, però, che la UAW sta cercando di convincere l’amministrazione Biden a cambiare il sistema.

Veicoli elettrici incentivi USA UAW
Veicoli elettrici, la UAW sta cercando di convincere l’amministrazione Biden

UAW: il sindacato vuole che gli incentivi siano validi solo per i veicoli elettrici prodotti localmente

Terry Dittes, vicepresidente del sindacato, ha detto: “La UAW sta lavorando con l’amministrazione Biden e il congresso per assicurarsi che la legislazione finale che estende gli incentivi ai veicoli elettrici sia chiara che quegli investimenti sovvenzionino i posti di lavoro negli Stati Uniti“.

Il problema più grave con le case automobilistiche di tutto il mondo è che si concentrano in modo più intenso sullo sviluppo di sempre più nuovi veicoli elettrici. Il governo di Joe Biden ha già annunciato piani per contribuire ad incrementare la produzione statunitense di EV e inoltre il presidente ha detto ai legislatori statunitensi che non c’è motivo per cui i lavoratori americani non possano guidare la produzione locale di modelli a zero emissioni e di batterie.

Veicoli elettrici incentivi USA UAW

L’idea di dare alle case automobilistiche più incentivi fiscali potrebbe non piacere ad alcune persone. La United Auto Workers si sta comunque impegnando con tutte le sue forze nell’ultimo periodo per mantenere occupati i lavoratori del settore automobilistico. Resta però una questione molto difficile.

Anche se General Motors ha annunciato recentemente che sta investendo nella produzione locale di batterie, sono società separate e joint-venture che non saranno necessariamente rappresentate dalla UAW.

Rory Gamble, presidente del sindacato americano, ha espresso preoccupazione al riguardo all’inizio di questa settimana, affermando di volere che i lavoratori delle nuove joint-venture, così come quelli degli stabilimenti che si occupano della produzione di batterie, guadagnino degli stipendi in linea con il lavoro svolto.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Lascia un commento