in

Citroën 19_19: il concept è stato rivisto per assistere Macron durante gli spostamenti

Questo progetto fa parte di alcuni veicoli virtuali realizzati per i leader mondiali

Citroën 19_19 Macron render

La Citroën 19_19 è un particolare concept presentato nel 2019 per celebrare i 100 anni del marchio automobilistico francese. Da allora però la concept car è scomparsa dai riflettori. Gli ingegneri del marchio di Stellantis hanno realizzato questo concetto come un veicolo elettrico dotato di uno stile molto particolare ispirato all’industria aerospaziale, secondo i francesi.

Ancora più interessanti però erano le capacità del gruppo propulsore. Al momento della presentazione, purtroppo, Citroën non ha rivelato esattamente quale powertrain si trovasse sotto il cofano del concept 19_19 ma ha dichiarato un’autonomia di gran lunga superiore a qualsiasi veicolo elettrico disponibile attualmente sul mercato, persino della Mercedes EQS che promette fino a 770 km con una singola ricarica.

Citroën 19_19
Citroën 19_19 concept

Citroën 19_19: una versione rivista ci mostra come sarebbe al servizio di Macron

Parliamo di ben 800 km. Inoltre, la ricarica a induzione sarebbe in grado di fornire 600 km di autonomia in soli 20 minuti. A ciò si aggiunge la capacità di scattare da 0 a 100 km/h in soli 5 secondi e di raggiungere una velocità massima di 200 km/h.

Il progetto che vedete in questo articolo, realizzato da Bristol Street Motors, ci mostra una versione modificata della Citroën 19_19, progettata virtualmente per il presidente francese Emmanuel Macron. Inoltre, il modello è stato dotato di alcune nuove funzionalità.

Il leader della Francia salirebbe a bordo di una vettura modificata, dotata di un sistema di sospensioni intelligente e di un sistema di guida autonoma. Questo progetto fa parte di una serie di render che immaginano i veicoli elettrici dei leader mondiali più famosi.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento