in

Alfa Romeo Giulia Sprint GT Veloce messa alla prova da Harry Metcalfe | Video

L’esemplare testato dal famoso recensore aveva un motore 2.0 da 130 CV di potenza

Alfa Romeo Giulia Sprint GT Veloce Harry Metcalfe

Nell’ultimo video pubblicato su YouTube tramite il suo canale ufficiale Harry’s garage, Harry Metcalfe ha deciso di mettersi alla guida di una bellissima Alfa Romeo Giulia Sprint GT Veloce del 1966. Con questa prova, il famoso recensore ha voluto scoprire se il motore da 1.6 litri più piccolo era in grado di reggere il confronto con i modelli più grandi e successivi. La risposta finale è stata di sì.

La Giulia Sprint GT Veloce riesce ad essere davvero divertente da guidare anche alle basse velocità, afferma Metcalfe. Nella clip è possibile vedere il recensore portare il motore a regimi elevati e cambiare le marce, il tutto senza andare molto velocemente.

Alfa Romeo Giulia Sprint GT Veloce Harry Metcalfe
Alfa Romeo Giulia Sprint GT Veloce motore

Alfa Romeo Giulia Sprint GT Veloce: la storica vettura del Biscione testata da Harry Metcalfe

L’intera potenza viene gestita da un quattro cilindri in linea da 1.6 litri che produce solo 107 CV di potenza. Tuttavia, l’esemplare presente nel video dispone di un propulsore da 2 litri capace di sviluppare 130 CV. La potenza totale è stata raggiunta a 5500 g/min mentre il motore 1.6 raggiunge la sua potenza massima a 6000 g/min.

Il powertrain più piccolo è ancora abbastanza potente per portare la Giulia Sprint GT Veloce fino a 185 km/h di velocità massima e l’esperienza finale non lascia alcun amaro in bocca, anche se si è abituati al motore con cilindrata più grande. Ad ogni modo, la vettura è stata gestita direttamente da Harry Metcalfe grazie a un set di freni a disco ancora ben funzionanti.

Per avere maggiori informazioni sulla prova dell’Alfa Romeo Giulia Sprint GT Veloce del 1966, vi basta cliccare sul tasto Play dell’anteprima del video presente dopo la galleria fotografica.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento