in

SK Innovation e LG Chem risolvono la disputa sulle batterie dei veicoli elettrici

Le due società hanno deciso di non farsi causa a vicenda per i prossimi 10 anni

Batterie elettriche in Cina

LG Chem e SK Innovation hanno risolto la loro disputa sul segreto commerciale che aveva spinto l’ultima società a minacciare di abbandonare gli affari negli Stati Uniti.

A febbraio, la commissione per il commercio internazionale degli Stati Uniti ha imposto a SK Innovation un divieto di 10 anni sull’importazione di batterie e dei materiali necessari per produrle in seguito a una denuncia presentata da LG Chem, secondo cui il suo rivale si era appropriato indebitamente di segreti commerciali.

batterie-auto-elettrica
SK Innovation, il produttore asiatico continua con la costruzione della sua fabbrica a Commerce

SK Innovation: l’azienda sudcoreana ha stretto un accordo con LG Chem

SK Innovation aveva implorato il presidente Joe Biden di annullare l’ITC ma da allora le due aziende sono riuscite a raggiungere un accordo. Come parte di quest’ultimo, SK ha accettato di pagare 1,8 miliardi di dollari in contanti e royalties a LG Chem. Le due società hanno deciso di non farsi causa a vicenda per i prossimi 10 anni.

All’interno di una dichiarazione, Biden ha affermato che l’accordo è stato una vittoria per i lavoratori americani e per l’industria automobilistica del paese. “Abbiamo bisogno di una catena di fornitura di batterie per veicoli elettrici con sede negli Stati Uniti forte, diversificata e resiliente, in modo da poter soddisfare la crescente domanda globale di questi veicoli e componenti, creando posti di lavoro ben retribuiti qui a casa e gettando le basi per i lavori di domani“, ha aggiunto il presidente degli Usa.

Grazie a questo accordo, SK Innovation finirà la costruzione di un impianto di batterie agli ioni di litio a Commerce (in Georgia) per fornire batterie a Ford e Volkswagen. Questo stabilimento dovrebbe portare 2600 nuovi posti di lavoro. NPR ha dichiarato che il rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Katherine Tai ha contribuito a facilitare l’accordo e si è congratulata con entrambe le aziende.

Dopo un impegno significativo con una serie di parti interessate, siamo in una posizione più forte per guidare l’innovazione e la crescita della tecnologia energetica pulita prevista nel piano per l’occupazione americano, rispettando allo stesso tempo i diritti degli innovatori tecnologici al centro della politica commerciale e di produzione“, ha detto Tai all’interno di una dichiarazione.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento