in

Ecco perché Stellantis ha bisogno di Chrysler

Ecco perchè Carlos Tavares ha deciso di puntare ancora sul marchio Chrysler per il futuro

Chrysler

Stellantis ha un’arma segreta nel suo paniere di marchi: Chrysler. Si vociferava quest’anno che il marchio omonimo di 96 anni dell’ex Chrysler Corp. potesse essere tagliato, ma il CEO di Stellantis Carlos Tavares ha prontamente smentito queste voci. In tanti si domandano perchè puntare su un marchio che ormai vende molto poco e che ha al momento solo 3 modelli, tra l’altro già presenti sul mercato da diversi anni, in un mercato saturo di marchi come quello nord americano.

Una Chrysler vitale non è assolutamente essenziale per una fiorente Stellantis. L’azienda potrebbe recuperare terreno (e profitti) in altre aree con prodotti di altri marchi. Ma c’è una ragione più profonda per rafforzare Chrysler: Il suo nome.

Il nome di Stellantis rappresenta una novità nei circoli automobilistici e l’acquirente di auto americano medio non ha idea di cosa sia. La fine del marchio Chrysler sarebbe dannosa per l’azienda. La maggior parte delle persone non fa distinzione tra il marchio Chrysler (o Ford, VW o Toyota) e le loro società più ampie. Chiudi Chrysler e confondi le persone, inoltre Stellantis ha in USA molti concessionari Jeep e Dodge con spazio da riempire.

Questo è un approccio misurato alla ricostruzione di Chrysler. Tra l’altro questo brand potrebbe essere utilizzato da Stellantis per dare origine ad un nuovo filone di auto puntando magari sull’elettrico. Ma queste sono solo supposizioni. Nei prossimi mesi sapremo esattamente quelle che sono le intenzioni dell’amministratore delegato di Stellantis Carlos Tavares a proposito del futuro del marchio americano all’interno del nuovo gruppo.

Ti potrebbe interessare: Dodge Challenger, Chrysler Pacifica e Ram 1500 TRX premiati durante gli Hispanic Motor Press Awards

 

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento