in

Enel X più Novartis per la ricarica delle auto elettriche

Partnership affinché si diffonda la mobilità pulita

enel-x

Colonnine: ecco la chiave perché le macchine “verdi” vengano comprate o prese a noleggio lungo termine. Così si spiega una nuova partnership Enel X più Novartis per la ricarica delle auto elettriche. Ci riferiamo a una flotta aziendale elettrificata. Ma anche a soluzioni integrate per la ricarica dei veicoli elettrici e a una piattaforma di monitoraggio dei caricatori.

Enel X più Novartis per la ricarica delle auto elettriche: modello alternativo

Vediamo i due soggetti n campo.

  1. Enel X: la global business line del Gruppo Enel che progetta e sviluppa soluzioni incentrate sui principi di sostenibilità ed economia circolare.
  2. Novartis: tra le maggiori aziende farmaceutiche a livello globale e leader dell’innovazione nel settore.

Obiettivo: un modello alternativo che rispetti l’ambiente e integri l’innovazione tecnologica nella vita quotidiana.

Enel X si occuperà dell’elettrificazione della nuova sede di Milano di Novartis in costruzione a Piazza Gae Aulenti e delle altre sedi italiane dell’azienda. Installando le infrastrutture della gamma Juice: le stazioni di ricarica pubblica JuicePole, da 22kW + 22 kW e le nuove JuiceBox, da 22kW per la ricarica della flotta aziendale.

I collaboratori Novartis, inoltre, usufruiranno di una soluzione integrata all inclusive che comprende la dotazione di un veicolo elettrico o ibrido, l’installazione della JuiceBox domestica nel garage della propria abitazione e la possibilità di accedere ad un’ampia rete di ricarica in Italia, in Europa e presso le sedi di Novartis, tramite l’App JuicePass di Enel X.

Città sostenibili con vetture pulite

D’altronde, tra le due aziende, c’è una collaborazione nata nel 2019 con la firma di un protocollo d’intesa che ha portato alla recente presentazione a uno studio: “Le città del futuro. Ambiente e salute per città più sostenibili e inclusive”.

Augusto Raggi, responsabile di Enel X Italia, parla di attività in linea con l’obiettivo di diffusione dell’e-mobility in tutto il Paese. n l’installazione di caricatori ultra fast di ultima generazione che garantiscono un pieno di energia in pochi minuti.

Perché non basta il numero di colonnine né la loro capillarità. Serve che ci sia anche, in diverse stazioni, la ricarica veloce.

Infatti, Pasquale Frega, Country President e amministratore delegato di Novartis In Italia, dice che questo progetto, reso possibile dalla partnership con Enel X, rappresenta un nuovo salto di qualità nell’impegno di Novartis per la sostenibilità. Target: la carbon neutrality che il Gruppo Novartis si è posta come traguardo per il 2025.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento