in

Alfa Romeo: drastico calo di vendite nel 2020 per il marchio italiano

Solo 62 mila unità vendute per Alfa Romeo in tutto il mondo nel 2020

Alfa Romeo vendite

Il 2020 è stato un anno complicato per tutto il settore auto ed, in particolare, per il marchio Alfa Romeo. La casa italiana, infatti, ha dovuto fare i conti con gli effetti negativi sulle vendite della pandemia e, contemporaneamente, con una gamma oramai ridotta all’osso. La Giulietta, negli ultimi mesi della sua carriera decennale, ha fatto registrare un drastico calo di vendite e Giulia e Stelvio continuano a viaggiare su volumi ridotti come conferma anche il recente taglio della produzione.

L’effetto combinato di questi fattori si traduce in una forte riduzione delle vendite di Alfa Romeo nel 2020. La casa italiana, secondo le stime di Car Industry Analisys, si è fermata a 62 mila unità vendute in tutto il mondo. Per Alfa Romeo, questo risultato si traduce in un calo del -30% delle vendite rispetto al già negativo 2019.

Si tratta di un risultato peggiore rispetto alla media del settore auto internazionale (-14%) e nettamente inferiore rispetto agli obiettivi annunciati da FCA qualche anno fa, prima del drastico taglio di tutti gli investimenti previsti per Alfa Romeo. Ricordiamo che Alfa Romeo avrebbe dovuto avere una gamma composta da 8 modelli (di cui sono stati realizzati solo Giulia e Stelvio) e raggiungere quota 400 mila unità vendute in tutto il mondo all’anno.

Nel corso del 2020, il marchio italiano ha venduto circa 36 mila unità in Europa facendo segnare un calo del -32.2% rispetto ai dati raccolti nel corso dell’anno precedente. Le cose sono andate meglio negli USA, primo mercato mondiale per volumi di vendita di Alfa Romeo. Sul mercato a stelle e strisce, infatti, la casa italiana ha distribuito oltre 18 mila unità con una crescita del +2% rispetto allo scorso anno. Il dato sul mercato americano è comunque inferiore rispetto al “record” di 24 mila unità del 2018.

In tutti gli altri mercati internazionali, le vendite di Alfa Romeo sono state, complessivamente, pari a circa 8 mila unità.

Vendite Alfa Romeo: il rilancio solo nel 2022

Anche il 2021 sarà un anno negativo per Alfa Romeo. La conferma arriva dall’assenza di reali novità in arrivo nei prossimi mesi e anche dai primi dati di vendita in Europa che certificano un drastico calo delle consegne. L’evoluzione della pandemia potrebbe favorire una leggera crescita rispetto al 2020 ma difficilmente i dati saranno paragonabili al già negativo 2019.

Un’inversione di tendenza per la casa italiana arriverà soltanto con il debutto del nuovo Alfa Romeo Tonale. Il nuovo C-SUV, ricordiamo, entrerà in produzione nella seconda metà del 2021. Secondo le prime indiscrezioni, la presentazione del modello, che sarà prodotto a Pomigliano d’Arco, è programmata per il mese di settembre con il lancio commerciale previsto per le ultime settimane del 2021 e le prime consegne addirittura nel 2022.

Nei mesi successivi il lancio europeo, il Tonale arriverà anche in Nord America. Sempre nel 2022 ci sarà la presentazione dell’Alfa Romeo B-SUV, modello che sarà prodotto nello stabilimento di Tychy in Polonia e che avrà il compito di garantire una sostanziale crescita delle vendite sul mercato europeo.

Ricordiamo che in programma ci sono anche i restyling di Giulia e Stelvio, con le inedite varianti mild hybrid. Il debutto di questi aggiornamenti dovrebbe avvenire nel corso del 2021 ma al momento non ci sono ancora informazioni Ulteriori aggiornamenti sulle novità di Alfa Romeo e sulle vendite del marchio arriveranno, di certo, nei prossimi mesi.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI