in

Contratti di car sharing: cautela con le penali nelle clausole

Massima attenzione a tutti i cavilli con le sanzioni

car sharing

Contratti di car sharing: cautela con le penali nelle clausole. Massima attenzione a tutti i cavilli con le sanzioni. Di per sé, l’auto condivisa è comoda: la prendi in strada, la paghi in base al minutaggio, la lasci e via. Con addebito su carta di credito. Una formula rivoluzionaria e accattivante, davvero pratica e consigliabile. Ma le società di car sharing che offrono il servizio si tutelano con contratti non sempre facilissimi. Qualora si verifichi un qualche sinistro, il cliente paga: addebito su carta per questa sorta di noleggio lampo della macchina.

Contratti di car sharing: snidiamo i punti chiave

Ogni società fa un suo contratto. Comunque, ecco qualche esempio.

  • Allo scadere del periodo di prenotazione gratuita, si applicheranno le tariffe di prenotazione per ogni minuto aggiuntivo di prenotazione come mostrate nell’App.
  • Si applicheranno delle tariffe anche nel caso in cui il cliente prolunghi attivamente la prenotazione. A causa di possibili inaccuratezze del GPS, in alcuni casi, potrebbero esserci delle differenze tra il luogo dove indicato e quello dov’è l’auto.
  • Il contratto individuale di noleggio può durare fino a 24 ore; e fino un massimo di 30 giorni. La società si riserva il diritto di recedere dai contratti individuali di noleggio unilateralmente in qualsiasi momento qualora il termine massimo consentito venga superato.
  • La società può ottenere la pre-autorizzazione di un importo ragionevole come cauzione sul metodo di pagamento scelto dal cliente prima dell’inizio del noleggio individuale.
  • E il cliente paga una sanzione contrattuale pari all’importo indicato nell’allegato tariffe e costi per qualsiasi violazione colposa. Il diritto a richiedere il risarcimento dei danni rimane impregiudicato. In questo caso, la sanzione contrattuale viene dedotta da tali danni. Inoltre, potrebbe applicarsi il pagamento di una somma forfetaria.
  • Qualora il veicolo venisse danneggiato mentre il cliente lo utilizza, la sua responsabilità per danni sarà limitata a una franchigia. Quanto? Diciamo indicativamente 750 euro.

Divieto si sosta con rimozione: da pagare tutto

Qualora in seguito alla violazione del divieto di sosta sia necessario spostare il veicolo o se una terza parte chiami il servizio di rimozione, il cliente pagherà i costi derivanti da tale servizio. Più tutte le spese ulteriori.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento