in

Il motore V6 Nettuno di Maserati sarà usato solo sulla MC20

Maserati Nettuno sarà usato solo sulla MC20 ma la sua tecnologia troverà applicazione anche in altri modelli

Maserati Nettuno V6 Engine Lab

La nuova supercar Maserati MC20 segna un nuovo capitolo nella storia della casa automobilistica italiana. È la punta di diamante per una nuova gamma di veicoli mentre il marchio cerca di rilanciare le sue fortune. Maserati sta abbracciando l’elettrificazione della trasmissione, ma il V6 biturbo da 3,0 litri dell’MC20 è un motore costruito a mano che sfrutta la tecnologia di Formula 1 per evitare l’elettrificazione. L’ingegnere capo della Maserati per i motori ad alte prestazioni, Matteo Valentini, ha dichiarato ad Autocar che “il motore Nettuno è costruito solo per la MC20, quindi lo vedremo solo su quella macchina”.

Maserati Nettuno sarà usato solo sulla MC20 ma la sua tecnologia troverà applicazione anche in altri modelli

Tuttavia, assicura alla rivista britannica che “il piano è che la sua tecnologia, in particolare il sistema a doppia combustione, venga utilizzata su molti altri motori in futuro”. Il motore Nettuno, che prende il nome dal dio romano Nettuno il cui tridente forma lo stemma di Maserati, produce 630 cavalli e 583 Nm di coppia. È un prodotto del nuovo Maserati Engine Lab di Modena e potrebbe essere uno degli ultimi capolavori non elettrificati realizzati per una supercar.

La chiave per la rapida risposta del motore mentre produce così tanta potenza sta nel non utilizzare un turbo più grande con un sistema di boost elettrico. Invece, utilizza qualcosa chiamato tecnologia pre-camera, che è, essenzialmente, una camera di miscela aria-carburante aggiuntiva con una seconda candela situata sopra la camera di combustione. Quando il pistone sta per comprimere completamente la carica principale di carburante, la precamera si accende. Questo consente l’accensione della miscela aria-carburante in più punti anziché in un unico punto.

Il risultato dell’utilizzo della tecnologia di pre-accensione, la prima volta in un’auto da strada, è una maggiore potenza e una riduzione del turbo lag. “Con la tecnologia della precamera, potremmo generare le prestazioni e l’efficienza che volevamo ma mantenere le stesse dimensioni di (un) turbocompressore convenzionale”, spiega Valentini.

“Quando abbiamo impostato i parametri di prestazione del motore, la nostra prima scelta è stata quella di aumentare le dimensioni del turbocompressore e introdurre un po’ di e-booster per eliminare il ritardo. Quando lo abbiamo analizzato, abbiamo deciso che era costoso, non molto affidabile, e molto complicato. ”

Questo ci entusiasma perché significa che Maserati sta pianificando di far funzionare i motori a benzina insieme ai suoi prossimi veicoli elettrificati per il prossimo futuro. Siamo sicuri che i veicoli elettrificati saranno entusiasmanti da guidare, ma mentre abbiamo una scelta nelle trasmissioni, vogliamo una vera scelta.

Ti potrebbe interessare: La Maserati Ghibli vince il Best Cars 2021 di Auto Motor und Sport
 

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI