in

Dodge Challenger SRT Super Stock: ecco quanti esemplari sono stati costruiti nel 2020

A differenza della Demon, la Super Stock non è un’auto di produzione limitata

Dodge Challenger SRT Super Stock

Lo scorso anno, Dodge ha presentato ufficialmente la sua attuale muscle car più potente e veloce presente sul mercato. Stiamo parlando della Dodge Challenger SRT Super Stock. Questa prende il posto della leggendaria Demon prodotta soltanto per il model year 2018.

A differenza di quest’ultima, però, la Challenger SRT Super Stock non è un’auto di produzione limitata e porta con sé la maggior parte delle caratteristiche viste sulla Demon, creando un pacchetto completo per coloro che non hanno avuto la possibilità di acquistare un esemplare.

Dodge Challenger SRT Super Stock
Dodge Challenger SRT Super Stock motore

Dodge Challenger SRT Super Stock: il marchio statunitense rivela il numero di esemplari prodotti solo lo scorso anno

La nuova vettura si differenzia dalla Demon soltanto per l’assenza della modalità ad alto numero di ottani e del Transbrake. L’annuncio ufficiale di questa nuova vettura ha entusiasmato tantissime persone, soprattutto per la sua potenza pari a 816 CV.

In base ai dati forniti dalla casa automobilistica statunitense, la Dodge Challenger SRT Super Stock impiega 3,25 secondi per scattare da 0 a 96 km/h ed è in grado di completare il quarto di miglio in 10,5 secondi. Visto che la produzione del model year 2020 è iniziata un po’ tardi, non ci sono molti esemplari a disposizione.

Secondo quanto affermato dal marchio statunitense (via Mopar Insiders), infatti, sono state prodotte solo 192 unità del MY 2020. Per il model year 2021, ovviamente la prestante muscle car non porta alcuna novità ed è disponibile a un prezzo di listino (U.S. Manufacturer Suggested Retail Price – MSRP) di 84.085 dollari (70.162 euro).

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento