in

Fiat Chrysler Automobiles: l’impatto finanziario della maxi multa potrebbe compensarsi grazie a Magneti Marelli

La vendita di Magneti Marelli potrebbe ridurre l’impatto sui conti di Fiat Chrysler Automobiles in seguito alla maxi multa negli USA

Fiat Chrysler Automobiles maxi multa Magneti Marelli

Ieri vi abbiamo rivelato che Fiat Chrysler Automobiles potrebbe mettere la parola fine allo scandalo emissioni negli Stati Uniti attraverso una proposta avanzata dal Dipartimento di giustizia americano, secondo quanto dichiarato da Bloomberg. In particolare, la vicenda legata al dieselgate potrebbe chiudersi negli USA con il pagamento di una maxi multa da parte del gruppo automobilistico italo-americano di Sergio Marchionne.

Purtroppo la cifra non è stata ancora ufficializzata ma dovrebbe trattarsi di una somma di qualche miliardo di dollari. Naturalmente, ciò preoccupa i dirigenti di Fiat Chrysler Automobiles e in particolare il numero uno. Vi ricordiamo che un eventuale accordo fra FCA e il Dipartimento americano prevederebbe anche il richiamo di 104.000 veicoli coinvolti in questa faccenda.

Fiat Chrysler Automobiles maxi multa Magneti Marelli

Fiat Chrysler Automobiles: la vendita di Magneti Marelli potrebbe ridurre l’impatto sui conti dovuti alla maxi multa negli USA

Qualcuno ipotizza che la chiusura di tale situazione potrebbe costare al gruppo automobilistico oltre 1 miliardo di dollari. Gli esperti della Banca Akros hanno voluto ipotizzare un impatto di almeno 2 miliardi di dollari sulle finanze di Fiat Chrysler. Altri, invece, ipotizzano una spesa di circa 1,5 miliardi mentre Mediobanca addirittura di 2,2 miliardi.

Gli analisti della Banca Akros, però, sostengono che l’impatto finanziario sui conti del gruppo automobilistico italo-americano verrebbe limitato grazie alla vendita del suo brand Magneti Marelli. Difatti, nel corso del 2018, Magneti Marelli potrebbe separarsi da FCA tramite un’operazione molto simile a quella fatta con Ferrari un po’ di tempo fa.

Lascia un commento