in

Fiat Chrysler Automobiles: il Dipartimento di giustizia americano avanza una proposta

Nuovi sviluppi sullo scandalo dieselgate che coinvolge Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles novità dieselgate

Nelle ultime ore sono state pubblicate su Internet delle interessanti novità riguardo a Fiat Chrysler Automobiles e al caso relativo alle presunte violazioni delle emissioni diesel. Il Dipartimento di giustizia americano, infatti, nei giorni scorsi avrebbe proposto, al gruppo automobilistico italo-americano di Sergio Marchionne, un accordo per terminare finalmente la vicenda.

Secondo Bloomberg, FCA potrebbe uscirne dallo scandalo dieselgate con il pagamento di una sanzione civile. Tuttavia, la cifra al momento non sarebbe ancora stata definita. Lo stesso Dipartimento chiede, poi, alla società del numero uno Sergio Marchionne di adeguare le 104.000 auto incriminate richiamandole quanto prima. Molto probabilmente, le vetture in questione saranno richiamate seguendo la calibrazione effettuata sui modelli del 2017.

Fiat Chrysler Automobiles novità dieselgate

Fiat Chrysler Automobiles: emergono novità sullo scandalo dieselgate

In questo modo, quindi, Fiat Chrysler Automobiles non dovrebbe subire alcuna sanzione penale. Nonostante ciò, alcuni sostengono che le sanzioni civili potrebbero essere di somme abbastanza alte, superiori al miliardo di dollari. Vi ricordiamo che i veicoli coinvolti sono la Jeep Grand Cherokee e la RAM 1500 con motori diesel V6 3.0 prodotti fra il 2014 e il 2016.

In base a quanto dichiarato dalla testata automobilistica americana, la sanzione civile destinata a Fiat Chrysler Automobiles dovrebbe avere lo scopo di prevenire in futuro altre simili operazioni. Quello che è sicuro è che sia il gruppo automobilistico italo-americano che il Dipartimento di giustizia americano stanno lavorando per trovare una soluzione e chiudere la situazione quanto prima.