in

Jean Philippe Imparato, ex CEO di Peugeot: siamo stati molto fortunati durante la crisi

Il nuovo CEO di Alfa Romeo Imparato ha riflettuto su quanto accaduto nel 2020 nel settore automobilistico e pensa che Peugeot sia stata fortunata

Jean-Philippe Imparato

Jean-Philippe Imparato è il nuovo numero uno dell’Alfa Romeo da metà gennaio. Il CEO di Stellantis Carlos Tavares ha pensato che il veterano del settore automobilistico che ha portato Peugeot ad aumentare le vendite del marchio francese sia l’uomo giusto per rinfrescare l’immagine del marchio italiano. Imparato è stato il CEO della Peugeot dal 2016, la sua famiglia viene dall’Italia.

A proposito di quanto avvenuto nel 2020 Imparato ha dichiarato: “Ciò che conta per noi è che ancora una volta Peugeot sia stata apprezzata sul mercato non solo dai consumatori, ma anche dai media professionali legati all’industria automobilistica. Posso dire che abbiamo fatto il massimo. Nel caso di Peugeot 208, ci siamo concentrati su un look moderno e ai consumatori è piaciuto anche il nostro i-cockpit, già caratteristico di Peugeot. Perché per questo marchio il design era ed è molto importante. E ovunque fosse esposta la 208, abbiamo sempre sottolineato che questo modello Peugeot è stato nominato la migliore auto in Europa per il 2020.”

Imparato ha anche parlato delle difficoltà che il suo gruppo ha attraversato a causa della pandemia di coronavirus: “Tutti i marchi del gruppo PSA hanno team molto ben coordinati che hanno reagito immediatamente al mutare delle condizioni. Questo è stato anche il caso di Peugeot. Tuttavia, non nascondo che durante il primo lockdown nel secondo trimestre del 2020, siamo rimasti molto sorpresi da tutto ciò che stava accadendo intorno a noi. Mi riferisco in particolare al fatto che le concessionarie sono state chiuse e nessuno poteva prevedere quando sarebbero state riaperte.”

“Non potevamo immaginare che il mercato potesse scendere di quasi l’80%, perché allora nessuno sapeva cosa significasse veramente COVID-19. Per questi motivi le prime settimane sono state molto difficili, così come per tutti gli altri. Dopo pochi giorni, però, abbiamo deciso che dovevamo condurre la nostra attività indipendentemente dalla situazione. Abbiamo anche adattato rapidamente il volume di produzione alla domanda, perché non aveva senso produrre automobili, non avendo nessuno a cui venderle. È stata la prima decisione fondamentale.”

“La seconda è stata l’introduzione di un nuovo sistema di gestione e pianificazione letteralmente dall’oggi al domani, perché la situazione è cambiata nella stessa maniera. E ogni giorno abbiamo controllato quante auto avevamo nelle piazze, quante ne venivano prodotte e quante ordinate e vendute. Abbiamo preso decisioni sui cambiamenti immediatamente, a volte anche in 5 minuti se la situazione lo richiedeva. Nel 2020 abbiamo avuto più di 200 riunioni di crisi. E non lo nasconderò. Alla fine del 2020 eravamo davvero stanchi di questa situazione. Ma se il mondo intorno a noi stava cambiando, dovevamo cambiare anche noi.”

“La costante disponibilità a prendere anche le decisioni più difficili ci ha permesso di reagire prontamente, sia sul mercato delle auto nuove e usate e in tutti i paesi in cui Peugeot è presente. Pertanto, all’inizio di maggio, siamo stati in grado di partire con una forte promozione di 208. Infatti, in questo anno difficile 2020, siamo stati molto fortunati. Abbiamo avuto le nuove di versioni 208 e 2008 prima del primo blocco.”

“Sempre a maggio abbiamo presentato la nuova evoluzione della 308. In ottobre, anche prima del secondo blocco, abbiamo mostrato le nuove 5008 e 3008. Grazie a questo, abbiamo potuto gestire un’attività normale in tempi anormali. Non è stato tutto facile, ma non posso che elogiare la nostra squadra. Sono particolarmente orgoglioso dei dipendenti delle nostre fabbriche. E abbiamo ottenuti risultati importanti. Perché alla fine di dicembre 2020 il portafoglio ordini di Peugeot era cresciuto del 15%, nonostante la pandemia.”

Ti potrebbe interessare: Ecco come Jean-Philippe Imparato vuole raddrizzare Alfa Romeo

 

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento