in

Ecco perché una piattaforma di origine Alfa Romeo è una buona notizia per la Jeep Grand Cherokee L

La nuova Jeep Grand Cherokee L utilizzerà la piattaforma Alfa Romeo Giorgio e questo sarà un bene per il SUV di Jeep

Jeep Grand Cherokee L

La nuova Jeep Grand Cherokee L riprogettata è costruita su una nuova architettura sviluppata per offrire comfort, maneggevolezza, risparmio di carburante e durata migliori. Ci riferiamo naturalmente alla piattaforma Alfa Romeo Giorgio. Il celebre SUV di Jeep è passato dalla vecchia spina dorsale Mercedes Classe M all’ultima architettura Alfa Romeo, che dovrebbe senza dubbio migliorare la dinamica di guida.

La nuova Jeep Grand Cherokee L utilizzerà la piattaforma Alfa Romeo Giorgio e questo sarà un bene per il SUV di Jeep

Questa piattaforma integra materiali leggeri e all’avanguardia che consentono una migliore distribuzione del peso e una migliore rigidità torsionale. La solida base anteriore, i supporti del motore, le torri degli ammortizzatori e lo sterzo sono tutti realizzati in alluminio, mentre la traversa è fabbricata utilizzando magnesio.

Per la prima volta su una Jeep Grand Cherokee, l’assale anteriore è imbullonato direttamente al motore, il che si traduce in un baricentro più basso e in meno rumore, vibrazioni e robustezza. Inoltre, la scatola motore migliorata con un rinforzo della torre che migliora la rigidità laterale locale del 125%, secondo la casa automobilistica.

Per migliorare ulteriormente la scorrevolezza, il SUV è dotato di supporti motore elettronici che assorbono più vibrazioni e movimenti al minimo rispetto ai tradizionali supporti in gomma, ma si irrigidiscono a velocità più elevate. L’esperienza di guida superiore che dovremmo aspettarci dalla nuova Jeep Grand Cherokee L è inoltre completata dal sistema di servosterzo elettrico (EPS) accuratamente calibrato. Il motore integrato funziona con un’unità di controllo motore adattiva ( ECU ) per monitorare la velocità di sterzata, l’angolo del volante e la velocità del veicolo.

La potenza non verrà da un motore messo a punto da Alfa Romeo poiché il SUV verrà consegnato di serie con un Pentastar V6 da 290 CV. Tuttavia, per chi vuole di più, Jeep offrirà anche un V8 HEMI da 5,7 litri da 357 CV. Ogni motore funziona con il robusto cambio automatico TorqueFlite a otto velocità.

Ora, sebbene la Grand Cherokee L del 2021 offra una discreta quantità di potenza ed è costruita sulla piattaforma sportiva Alfa Romeo Giorgio, non si comporterà esattamente come Alfa Romeo Stelvio poiché si tratta di un enorme SUV a tre file.

Tuttavia, tutti questi miglioramenti si tradurranno senza dubbio in una migliore dinamica di guida rispetto alle precedenti generazioni di Grand Cherokee e forse le future versioni delle prestazioni di Trackhawk si avvicineranno in termini di maneggevolezza al loro fratello italiano. Per questo pensiamo che il fatto che la nuova Jeep Grand Cherokee L utilizzi la piattaforma Alfa Romeo Giorgio sia una buona notizia per tutti i suoi clienti.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo: l’E-SUV potrebbe utilizzare la piattaforma Giorgio

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento