in

Jeep aumenta il numero di concessionarie in Giappone

Nel 2020 Jeep ha aperto 23 punti vendita nuovi o rinnovati in Giappone con l’obiettivo di aumentare ulteriormente le sue vendite

Jeep
Jeep

Jeep, l’iconica casa automobilistica americana che sta crescendo in Giappone, prevede di raggiungere un altro record di vendite giapponesi per aumentare il volume di quasi la metà nei prossimi tre anni. Il piano di rapida espansione, lanciato giovedì 14 gennaio dall’amministratore delegato di FCA Japan Pontus Häggström, si basa fortemente sullo sviluppo della rete di concessionari Jeep fino ad almeno 100 punti vendita in Giappone fino al 2023, dagli 82 di oggi.

Nel corso dei prossimi tre anni, Jeep vuole vendere più di 20.000 veicoli all’anno in questo mercato notoriamente difficile per le case straniere, rispetto al record di 13.588 nel 2020. Questo totale ha segnato il settimo anno consecutivo di vendite record in Giappone per il fedele marchio di quattro ruote di FCA.

Nonostante la pandemia, le vendite di Jeep in Giappone hanno registrato un aumento dell’1,7% nel 2020. E Häggström prevede che le vendite saliranno a 15.000 nel 2021 con il rimbalzo della domanda.

Il successo di Jeep nel paese sottolinea come una casa automobilistica statunitense possa prosperare in Giappone con il prodotto e la rete di vendita giusti. Mentre Jeep si è impennata nella classifica delle vendite di importazione, General Motors ha ridimensionato la sua gamma giapponese a Cadillac e solo due modelli di Chevrolet, la Corvette e la Camaro. Ford Motor Co. si è ritirata dal Giappone diversi anni fa.

La crescita giapponese mostra anche come i mercati d’oltremare stiano giocando un ruolo chiave nella strategia di crescita globale di Jeep e sostenendo i profitti di FCA.

Le vendite mondiali di Jeep sono quintuplicate nell’ultimo decennio, da soli 300.000 veicoli nel 2009 a circa 1,5 milioni nel 2019. Il Giappone è ora il primo acquirente di Wrangler al di fuori del Nord America ed è il sesto mercato del marchio al mondo, ha osservato Häggström.

“Con l’accelerazione della pandemia, Jeep è riuscita a ridurre al minimo l’impatto sulle vendite molto meglio dei concorrenti”, ha affermato. “Jeep ha sovraperformato il mercato, 10 su 12 mesi.”

Häggström ha citato diversi fattori per questi risultati ottimistici. In primo luogo, FCA Japan mantiene la gamma fresca con nuove auto e offerte, ha detto. Quest’anno ha lanciato l’ibrido plug-in Renegade 4xe e sta lanciando una gamma di modelli Jeep per l’80 ° anniversario. L’azienda ha inoltre soddisfatto la domanda locale introducendo il ridimensionamento del motore e sistemi di navigazione giapponesi installati in fabbrica.

FCA Japan ha inoltre investito nell’espansione e nel potenziamento della propria rete di concessionari. Nel 2020 ha aperto 23 punti vendita nuovi o rinnovati nel paese asiatico.

Inoltre, FCA Japan fa leva su strategie di marketing e vendita innovative. È passato al marketing digitale un decennio fa, molto prima della maggior parte dei rivali in Giappone. L’anno scorso, ha adottato un piano di pagamento differito denominato “Salta prestito” che consente ai clienti di saltare fino a cinque mesi di pagamenti e pagare in seguito. Tali offerte erano praticamente sconosciute in Giappone e si sono rivelate un grande successo.

Ti potrebbe interessare: Jeep Grand Cherokee 2021: i modelli Overland e Summit non verranno più proposti in USA

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento