in

e-Mobility by FCA, partita la “fase due” del progetto sperimentale Geofencing

Con la consegna di due Jeep Renegade 4xe è iniziata la seconda fase del progetto pilota Geofencing

e-mobility FCA
e-mobility FCA

Con la consegna di due Jeep Renegade 4xe è iniziata la seconda fase del progetto pilota Geofencing – un protocollo d’intesa per la sperimentazione della circolazione di veicoli ibridi plug-in in modalità elettrica all’interno di zone a traffico limitato tra FCA Italy, Città di Torino e 5T – per sperimentare in ambito urbano l’integrazione della mobilità elettrificata con le infrastrutture di gestione delle ZTL, le zone a traffico limitato.

Con la consegna di due Jeep Renegade 4xe è iniziata la seconda fase del progetto pilota Geofencing

Dopo aver stabilito i protocolli di dialogo e avere impostato il progetto, parte ora la seconda fase sperimentale di geofencing: FCA ha così consegnato al Comune di Torino due Jeep Renegade ibride plug-in sulle quali è stato installato il software di geo-localizzazione sviluppato dal CRF, il Centro Ricerche del gruppo FCA, capace di riconoscere preventivamente le ZTL e attivare in modo automatico il passaggio sulle vetture dalla trazione termica a quella completamente elettrica.

Il sistema geofencing di FCA è unico nel suo genere. Infatti, oltre a “dialogare” autonomamente con la piattaforma del Comune di Torino (permettendo a chi guida di entrare senza problemi nelle aree a traffico limitato), allo stesso tempo consente al Comune di beneficiare del monitoraggio automatico degli accessi alle ZTL.

Un progetto innovativo, fondato sul concetto di “accessibilità semplificata”. È anche per questo motivo che FCA ha deciso – nell’ambito di Autonomy, il programma di mobilità creato per consentire a chi presenta limitazioni motorie, sensoriali o intellettive di muoversi in totale autonomia e libertà con le vetture del gruppo FCA – di modificare una delle due Jeep Renegade 4xe della sperimentazione geofencing in modo da renderla adatta al trasporto dei disabili.

Per farlo, si è affidata a Carrozzeria 71, l’azienda astigiana specializzata nell’allestimento di veicoli per disabili, che gestisce la più importante flotta nazionale di vetture a noleggio allestite per la guida e per il trasporto di persone con difficoltà motorie.

Questa Jeep Renegade 4xe verrà messa a disposizione del Servizio “Passepartout” (che coordina gli interventi e i servizi integrati per la disabilità fisico-motoria) del Comune di Torino, che promuove, organizza e gestisce le attività rivolte ai cittadini con disabilità, l’altra vettura invece sarà a disposizione del Comune.

Per FCA il geofencing è un progetto molto importante per diversi motivi. Innanzitutto perché mette in evidenza quanto sia basilare semplificare la vita di chi decide di passare alla mobilità elettrica; inoltre, perché la diffusione delle vetture con alimentazione ibrida termico-elettrica è fondamentale per il successivo passaggio a quelle completamente elettriche.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler: nuovo centro per aiutare i lavoratori licenziati dello stabilimento di Windsor

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento