in

Alfa Romeo Giulietta: stop definitivo alla produzione tra pochi giorni

Ecco le ultime informazioni in arrivo da Cassino

Ci siamo quasi. La lunghissima carriera dell’Alfa Romeo Giulietta è oramai ad un passo dalla sua conclusione definitiva, a distanza di oltre 10 anni dal suo debutto ufficiale. La segmento C, infatti, dovrebbe registrare il suo ultimo giorno di produzione il prossimo martedì 22 dicembre. Al momento non c’è ancora un annuncio ufficiale ma lo stop viene confermato da fonti interne allo stabilimento.

Da notare, inoltre, che da questa settimana a Cassino ci sarà il ricorso alla “cassa Covid” per buona parte dei lavoratori dello stabilimento. Il ricorso all’ammortizzatore è programmato sino al successivo 31 dicembre 2020. Maggiori dettagli sul calendario produttivo del sito laziale arriveranno soltanto nel corso delle prossime settimane.

Torniamo, però, alla Giulietta. Come detto, l’ultimo esemplare della segmento C del marchio italiano dovrebbe essere realizzato nel corso della prossima settimana. Terminata la produzione, la linea della Giulietta verrà smantellata e si registrerà un’importante accelerare per quanto riguarda l’avvio dei lavori del Maserati Grecale. Il nuovo entry level del Tridente è anche l’unico modello previsto per Cassino dal Piano Italia di FCA.

Come noto, l’Alfa Romeo Giulietta non avrà una nuova generazione (almeno per ora). Alfa Romeo, quindi, lascerà il segmento C del mercato. Il marchio italiano tornerà poi nel segmento tra circa un anno, con l’avvio delle vendite dell’Alfa Romeo Tonale. Il nuovo C-SUV sarà prodotto a Pomigliano d’Arco e dovrebbe essere pronto per la commercializzazione internazionale (il Tonale arriverà anche in Nord America) a partire dal secondo semestre del 2021.

Per una nuova generazione di Alfa Romeo Giulietta, invece, sarà necessario attendere la nascita di Stellantis ed il primo piano industriale del gruppo. La nuova azienda, che nascerà dalla fusione tra FCA e PSA nel corso dei primi mesi del 2021, potrebbe puntare sulla Giulietta per rilanciare il marchio Alfa Romeo in Europa, in particolare tra la clientela giovane, interessata a modelli sportivi e dal carattere premium.

Il progetto di una nuova generazione di Giulietta è da tempo al centro delle indiscrezioni. Al momento, il piano industriale di Alfa Romeo non prevede la sua realizzazione. Una nuova Giulietta potrebbe nascere da una delle piattaforme di PSA. Le prime conferme sull’effettiva realizzazione del modello (o sul suo definitivo abbandono) dovrebbero arrivare nel corso della seconda metà del 2021.

Ancora cassa integrazione per Cassino dopo la fine della produzione dell’Alfa Romeo Giulietta

Lo stop alla produzione della Giulietta si tradurrà in un netto incremento del ricorso agli ammortizzatori sociali per lo stabilimento di Cassino. Il ricorso alla “cassa Covid” per fine dicembre è solo un’anteprima di quello che dovrebbe essere un primo semestre molto difficile per lo stabilimento laziale.

Attualmente, infatti, la linea della Giulietta (che da fine estate ha lavorato in modo costante anche se con bassi volumi produttivi) occupa circa 500 addetti dello stabilimento. Lo stop alla produzione e il ritardo nel debutto del Maserati Grecale genererà, inevitabilmente, la necessità di ricorrere alla cassa integrazione in modo significativo. Il primo semestre del 2021 potrebbe essere molto complicato per lo stabilimento.

Alfa Romeo Giulietta my 2020

Le novità in arrivo per Cassino

La fine della produzione dell’Alfa Romeo Giulietta non comporterà l’arrivo di una nuova generazione ma, come detto, sarà necessario attendere il debutto del Maserati Grecale per tornare a tre modelli prodotti nello stabilimento. Per i prossimi mesi, sarà compito di Giulia e, soprattutto, Stelvio reggere le attività di Cassino e tutto il marchio Alfa Romeo.

I due modelli di segmento D hanno registrato il debutto del MY 2021 in queste settimane. Si tratta di un aggiornamento di secondo piano che, in ogni caso, potrebbe dare un buon contributo alla crescita. Si attende, invece, il lancio dei restyling di metà carriera, attesi per il 2021 inoltrato, che dovrebbe portare sostanziali novità.

Sia Giulia che Stelvio, infatti, riceveranno, finalmente, le prime varianti ibride (con sistema mild hybrid) che dovrebbero garantire un atteso aggiornamento per la gamma di motorizzazioni. Al momento, il debutto di queste varianti ibride, da tempo al centro di rumors e indiscrezioni, non ha ancora una data ufficiale.

Maggiori dettagli sul futuro di Cassino, dopo la fine della produzione della Giulietta, dovrebbero arrivare nel corso delle prossime settimane. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI