in

Termina la produzione della Citroën C4 Cactus

Arrivata sul mercato nel 2014 Citroën C4 Cactus dice addio: è terminata la sua produzione

Citroën C4 Cactus
Citroën C4 Cactus

La Citroën C4 Cactus è arrivata sul mercato nel 2014, il modello che è stato immesso sul mercato riscontrando un discreto successo. Il via libera alla sua produzione è avvenuto dopo che il concept C-Cactus, presentato al Salone di Francoforte 2013, ha riscontrato un forte interesse. Così il modello di produzione è diventato realtà solo nove mesi dopo. La Citroën C4 Cactus adesso però termina la produzione, lasciando in eredità la sua moderna filosofia di design.

La vettura è stata finora prodotta presso le strutture Villaverde a Madrid, le vendite della Citroën C4 negli ultimi anni hanno però sofferto molto a causa della forte concorrenza. Il Cactus però ha avuto un ruolo importante. Questo veicolo infatti è stata la dimostrazione che un modello low cost poteva essere offerto con un prezzo molto competitivo e senza rinunciare a certe dotazioni, con soluzioni intelligenti, design accattivante e un certo livello di tecnologia.

La C4 Cactus è stato l’unico modello ad avere un airbag passeggero anteriore sul tetto, che non è lo stesso degli airbag a tendina, una soluzione che ha aumentato notevolmente la sicurezza, oltre ai nuovi intelligenti «Airbumps». una lastra di poliuretano rivestita di spessore 20 mm che funge da protezione nei pannelli porta.

Ma la C4 Cactus ha dato di più, è stata l’antesignana della linea di design che regna in Citroën: i fari a LED divisi per livelli e, allo stesso tempo, la maggiore altezza da terra che dona uno stile crossover. L’ultimo aggiornamento del modello francese nel 2018 lo ha reso il primo modello del marchio dotato di ammortizzatori idraulici progressivi e comodi sedili anteriori “ Advanced Comfort ”.

Ti potrebbe interessare: Citroën C4 Cactus, C4 SpaceTourer e C-Zero dicono addio all’Europa

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento