in

Unione Europea: 30 milioni di auto elettriche su strada entro il 2030

L’Europa avrà bisogno di 3 milioni di colonnine di ricarica pubbliche entro i prossimi 10 anni

Auto inquinamento

L’Unione Europea punta ad avere almeno 30 milioni di veicoli a zero emissioni sulle sue strade entro il 2030 mentre allo stesso tempo cerca di far allontanare i sui paesi dall’utilizzo dei combustibili fossili, secondo una bozza di documento vista da Reuters.

All’interno di una strategia, che sarà pubblicata la prossima settimana, la Commissione Europea definirà alcune misure per affrontare le emissioni di gas serra che provengono dal settore dei trasporti.

auto elettriche
Unione Europea, le autorità vogliono affrontare il problema delle emissioni di gas serra provenienti dai trasporti

Unione Europea: una bozza di documento rivela i piani futuri del Vecchio Continente

L’obiettivo della neutralità climatica dell’UE entro il 2050 non può essere raggiunto senza introdurre misure molto ambiziose per ridurre la dipendenza dei trasporti dai combustibili fossili“, riporta il documento.

Il raggiungimento degli obiettivi climatici richiederà almeno 30 milioni di veicoli a emissioni zero entro il 2030. Si tratta di un enorme passo in avanti rispetto agli 1,8 milioni di veicoli ibridi plug-in ed elettrici registrati in Europa alla fine dello scorso anno, secondo l’International Council on Clean Transportation.

Inoltre, bisogna precisare che i modelli ibridi (sia mild-hybrid che plug-in hybrid) non sono veicoli a zero emissioni. Le vendite di veicoli a basse emissioni stanno crescendo rapidamente nell’Unione Europea e hanno continuato la loro crescita anche durante la pandemia.

Tuttavia, l’industria ha avvertito che la mancanza di infrastrutture potrebbe ostacolare le future vendite di auto green. Il documento dell’UE stima che l’Europa avrà bisogno di 3 milioni di colonnine di ricarica pubbliche e 1000 stazioni di rifornimento di idrogeno entro i prossimi 10 anni e promette un piano di lancio con opportunità e requisiti di finanziamento valido dal prossimo anno. In questo momento, il territorio europeo vanta circa 200.000 punti di ricarica.

La Commissione Europea ha rifiutato per ora di commentare la bozza del documento che ovviamente può essere soggetta a modifiche prima della pubblicazione ufficiale. L’anno prossimo, l’Unione Europea proporrà standard più severi per le emissioni di CO2 per auto e furgoni che arriveranno sul mercato dal 2025 in poi e la bozza riporta che questi standard potrebbero essere estesi anche agli autobus.

Infine, il documento afferma che il traffico ferroviario ad alta velocità in Europa dovrebbe raddoppiare entro il 2030 e triplicare entro il 2050 mentre gli aeromobili e le navi a zero emissioni devono essere pronti per il mercato entro il 2035.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento