in

Fondation PSA sostiene AGORAé e gli studenti colpiti dalla pandemia

Il gruppo automobilistico francese continua a sostenere FAGE

Fondation PSA AGORAé

Il coronavirus sta causando seri danni ai giovani. I posti di lavoro per gli studenti sono scarsi. Per combattere il rischio di abbandono delle università, l’isolamento e l’emarginazione, Fondation PSA ha deciso di rafforzare il suo sostegno verso i negozi di alimentari di FAGE dall’aprile 2020.

Paul Mayaux, presidente della Fédération des Associations Générales Étudiantes (FAGE) ha dichiarato: “Le associazioni studentesche, che rappresentano i giovani e il loro benessere, dal 2011 distribuiscono alimentari per soddisfare le esigenze dei più bisognosi. Il supporto dei partner che promuovono l’attuazione di azioni di solidarietà è essenziale. La consegna di cibo e l’accesso alle zone remote sono elementi essenziali per combattere efficacemente la precarietà dei giovani, che è in costante crescita a causa della crisi sanitaria che stiamo vivendo“.

Fondation PSA: il gruppo francese mette a disposizione 20 nuovi veicoli per i negozi AGORAé

Nel 2011, FAGE ha creato 24 AGORAé. Si tratta di negozi di alimentari solidali sparsi in tutta la Francia che aiutano gli studenti che vivono al di sotto della soglia di povertà. Fondation PSA ha incrementato il numero dei beneficiari sostenuti mettendo a disposizione 20 nuovi veicoli. Senza la mobilità non è possibile accedere a prodotti e servizi essenziali, compreso il cibo.

I volontari, accompagnati dai volontari del servizio civico, si occupano di gestire i negozi di alimentari di FAGE. Grazie ai nuovi veicoli forniti da PSA, le AGORAé di Aix-en-Provence, Créteil, Lyon, Marseille, Metz, Paris, Strasbourg e Clermont-Ferrand potranno distribuire pranzi al sacco e raccogliere oltre 50.000 kg di cibo all’anno per quasi 13.000 studenti che ne hanno bisogno.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento