in

PSA recluta quasi 200 giovani per un suo stabilimento

Quasi 200 giovani della città del Missour (provincia di Boulemane) si sono appena uniti allo stabilimento del gruppo PSA di Kénitra

PSA Kenitra
PSA Kenitra

Quasi 200 giovani della città del Missour (provincia di Boulemane) si sono appena uniti allo stabilimento del gruppo PSA di Kénitra. Ciò, grazie ad una vasta operazione di reclutamento avviata in partnership con ANAPEC e con il supporto delle autorità provinciali.

Quasi 200 giovani della città del Missour si sono appena uniti allo stabilimento PSA di Kénitra

“La casa automobilistica francese ha scelto 173 giovani (Bac + 2). Saranno formati e integrati nello stabilimento PSA di Kénitra con stipendi di oltre 3.000 DH”, ha dichiarato un alto funzionario della provincia tunisina interessata da questa importante novità.

In ogni caso l’operazione è stata molto applaudita dalla popolazione del piccolo comune dove le opportunità di lavoro sono molto rare se non inesistenti.

Tuttavia, i leader territoriali credono nel futuro della loro circoscrizione, che potrebbe sperimentare un boom grazie all’ulteriore crescita dello stabilimento del gruppo PSA che pare avere intenzione di investire sempre di più su questa fabbrica.

In questa fabbrica ricordiamo che viene prodotta anche Citroen AMI che di recente è stata al centro di alcuni problemi a causa di presunti difetti di fabbricazione e ritardi nella produzione.

Ti potrebbe interessare: Nuove Alfa Romeo, Ferrari elettrica, fusione FCA-PSA: le migliori news della settimana

PSA
Quasi 200 giovani della città del Missour (provincia di Boulemane) si sono appena uniti allo stabilimento del gruppo PSA di Kénitra dove viene prodotta anche Citroen AMI

Ti potrebbe interessare: Peugeot e-3008: ecco il nuovo SUV elettrico compatto della casa francese che entrerà in scena nel corso del 2023

 

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento