in

Le vendite della Ferrari sono state danneggiate dalla pandemia

Consegne in calo del 17 per cento per Ferrari nel 2020 a causa della pandemia di COVID-19

Ferrari
Ferrari

L’industria automobilistica sta ancora cercando di riprendersi dalla prima ondata della pandemia COVID-19  e, non sorprende, che le vendite hanno sofferto. Tuttavia, non tutte le case automobilistiche sono rimaste ferite allo stesso modo. Porsche, per esempio, ha registrato un moderato calo di solo il 5% nei primi nove mesi dell’anno. La Ferrari, invece, è stata colpita più duramente. La casa automobilistica di Maranello ha immatricolato 6.440 super car da gennaio a settembre 2020, rispetto alle 7.755 consegne nello stesso periodo dello scorso anno, il che si traduce in una perdita del 17%.

Le vendite di nuove auto del Cavallino Rampante sono passate da 776 a 181 in Cina, Hong Kong e Taiwan, in calo del 77%, e da 1.137 a 1.114 nel resto del mercato dell’Asia-Pacifico. Nelle Americhe, hanno registrato un calo del 29%, da 2.295 a 1.635 unità, e nella regione EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa), hanno perso solo l’1%, per un totale di 3.510 auto. Nel terzo trimestre dell’anno, la Ferrari ha consegnato 2.313 veicoli, in calo di 161 unità, pari al 6,5%, rispetto all’anno precedente.

Le vendite delle sue supercar con motore V12 sono effettivamente aumentate del 15,4%, secondo i dati rilasciati dalla casa automobilistica, mentre le consegne di modelli alimentati da V8 sono diminuite del 12,8%. Vale la pena notare che questi numeri non includono la Roma e la SF90 Stradale, poiché le loro consegne dovrebbero iniziare nel quarto trimestre dell’anno. Ferrari prevede un recupero di 500 unità delle 2.000 perse durante la sospensione della produzione di 7 settimane a causa della pandemia COVID-19 prima della fine dell’anno.

Ti potrebbe interessare: Ferrari 812 Superfast N-Largo: prodotto il 19° esemplare in fibra di carbonio a vista | Video

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento