in

Il 31 ottobre ultimo giorno per circolare con revisione scaduta

Da domani, sono batoste tremende per il portafogli

controllo

Attenzione: Il 31 ottobre ultimo giorno per circolare con revisione scaduta. Da domani, sono batoste tremende per il portafogli. Ma cos’è successo? Semplice: il Covid ha imposto al Governo Conte di far viaggiare regolarmente anche le auto con revisione scaduta o in scadenza. Perché le Motorizzazioni, già oberate di lavoro normalmente, non potevano reggere la pressione delle revisioni durante la pandemia più dura. Tutto questo risale all’inizio del dramma nazionale Covid: vedremo ora se e quando, con la nuova impennata di contagi, l’Esecutivo prenderà altri provvedimenti.

Il 31 ottobre ultimo giorno per circolare con revisione scaduta: le date

L’unica fonte è la Polizia di Stato. Lente d’ingrandimento sulla data chiave: 31 ottobre.

  • Revisione scaduta prima del mese di febbraio 2020: possono circolare sul solo territorio nazionale sino al 31 ottobre 2020 senza aver effettuato la revisione periodica o annuale.
  • Se la revisione è scaduta nel mese di febbraio (29 febbraio 2020), possono circolare sul territorio nazionale sino al 31 ottobre 2020 e sul territorio degli altri Paesi dell’UE sino al 30 settembre 2020;
  • Qualora la revisione scada nel periodo compreso tra il 31 marzo 2020 e il 31 agosto 2020, possono circolare sul territorio dei paesi dell’UE (compresa l’Italia) per i sette mesi successivi alla scadenza prevista dalle norme vigenti in Italia.
  • E se la revisione scade nel periodo compreso tra il 1 settembre 2020 ed il 30 settembre 2020? Possono circolare sul territorio nazionale sino al 31 dicembre 2020;
  • Infine, se la revisione scade nel periodo compreso tra il 1 ottobre 2020 ed il 31 dicembre 2020, posso circolare sul territorio nazionale sino al 28 febbraio 2021.

Doppia legnata per revisione scaduta

Anzitutto, chi causa un incidente con revisione scaduta subisce la rivalsa Rc auto. La compagnia risarcisce i danni, ma poi ha diritto di rivalersi. Ottiene dall’automobilista tutto quello che ha risarcito. Possono essere 500 euro di ammaccatura, 5.000 euro di lesioni fisiche, o 20 milioni di euro (basti pensare a un incidente plurimortale).

In caso di controllo delle Forze dell’ordine, € 168 per assenza della revisione.

Occhio agli autovelox: da luglio, le Forze dell’ordine, collegandosia un database alimentato da Motorizzazione e assicurazioni, possono individuare chi è privo di Rca o revisione se viaggia oltre il limite. L’autovelox dà la multa per eccesso di velocità e fa scattare il controllo dei documenti. Il proprietario verrà invitato a esibirli al Comandi delle Forze dell’ordine. Se non lo fa, multa.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento