in

Telecamera al semaforo senza autorizzazione: multa nulla

Il Giudice di Pace di Ivrea in difesa degli automobilisti sanzionati ingiustamente

semaforo

Telecamera al semaforo senza autorizzazione: multa nulla. Se il Comune non esibisce la delibera, verbale da cancellare. Il Giudice di Pace di Ivrea (sentenza 162241 del 19 ottobre 2020) in difesa degli automobilisti sanzionati ingiustamente. Quindi, chi prende una multa per passaggio col rosso può fare ricorso. Pagando 43 euro di tassa allo Stato. Se nel ricorso emerge che il Comune non esibisce la delibera, allora la multa va annullata. È ovvio: l’amministrazione ha qualcosa da nascondere. Chiaramente, va a fortuna, perché il multato in anticipo non può certo sapere se ci sia o no la delibera.

Telecamera al semaforo senza autorizzazione: macchina per con quale obiettivo?

A questo punto, il dubbio è lecito: qual è l’obiettivo dei quei Comuni che piazzano una telecamera al semaforo senza autorizzazione? Davvero fare sicurezza stradale? Realmente migliorare la sicurezza stradale?

Rammentiamo che col rosso si pagano 167 euro e ci si vede sottrarre 6 punti-patente. Quando lo stesso soggetto sia incorso, in un periodo di due anni, in una delle violazioni per almeno due volte, all’ultima infrazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da uno a tre mesi.

Chi paga la tassa sul ricorso di 43 euro

Con saggi decisione, che tutti i magistrati dovrebbero immediatamente copiare, il Giudice di Pace di Ivrea fa pagare la tassa di 43 euro al Comune. Quello che ha installato l’apparecchio di cui non ha fornito la delibera. Quindi, i 43 euri devono essere restituiti all’automobilista.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento