in

Fiat 500: in attesa dell’Elettrica in listino resta solo la Hybrid

La gamma parte da 15.350 Euro

La Fiat 500 Hybrid presentata ad inizio del 2020 diventa l’unica versione della gamma della 500 “tradizionale”, quella che FCA chiama “Serie 8” e che viene prodotta nello stabilimento di Tychy in Polonia. Il nuovo listino della Fiat 500, infatti, segue quanto già avvenuto con la Panda e la Ypsilon, le altre due city car del gruppo.

I clienti interessati all’acquisto di una versione con motore termico della Fiat 500 dovranno puntare sulla 500 Hybrid. Questa variante della popolarissima city car può contare sul motore 1.0 FireFly da 70 CV, un propulsore tre cilindri abbinato al sistema elettrico BSG (Belt Integrated Starter Generator) a 12 V. La versione mild hybrid della 500 in questi ultimi mesi ha registrato una forte crescita delle vendite, diventando il riferimento della gamma della 500 in attesa del lancio della versione elettrica.

Il motore è abbinato ad un cambio manuale a 6 marce e presenta un consumo, nel ciclo combinato, di 3.9 litri per ogni 100 chilometri. Per quanto riguarda le emissioni di CO2 in atmosfera, invece, il dato di omologazione è di 88 grammi al chilometro. 

Il nuovo listino della Fiat 500

Con il nuovo listino, la gamma della Fiat 500 parte da 15.350 Euro, prezzo richiesto per l’acquisto della 500 Hybrid in allestimento Pop con carrozzeria berlina. Da notare che, rispetto al listino di inizio anno, si registra, a parità di allestimento, un incremento di 200 Euro (in precedenza, la gamma 500 Hybrid partiva da 15.130 Euro di listino). La 500C, invece, parte da 18.050 Euro (sempre in versione Hybrid Pop). Anche in questo caso c’è un rincaro di 200 Euro rispetto al listino di inizio anno.

A disposizione dei clienti interessati alla 500 Hybrid ci sono i “soliti” allestimenti. Oltre alla versione Pop, infatti, è possibile puntare alla Lounge, alla Sport, alla Start ed alla RockStar. In listino, curiosamente, c’è ancora la Hybrid Launch Edition, nonostante siano passati 10 mesi dal lancio ufficiale, oltre alla top di gamma DolceVita che viene proposta con un listino di 24.100 Euro, poco meno del possibile prezzo di partenza della 500 Elettrica. La stessa gamma è disponibile per la 500C Hybrid.

Gamma 500 Hybrid in offerta da 9.600 Euro

La possibilità di sfruttare gli incentivi statali consente a Fiat di ridurre ulteriormente il prezzo della sua 500 Hybrid. Per tutto il mese di ottobre, infatti, la 500 in versione mild hybrid è disponibile a partire da 11.100 Euro, con gli incentivi statali a fronte di rottamazione di un usato. Scegliendo il finanziamento Be Hybrid di FCA Bank, però, il prezzo promozionale è di 9.600 Euro per la 500 Pop con motore 1.0 da 70 CV e sistema mild hybrid.

L’offerta in questione prevede un anticipo zero e 96 rate mensili. Le prime 24 rate mensili presentano un importo di 105,58 Euro mentre le successive 72 rate mensili hanno un importo di 157,72 Euro. Non è previsto il pagamento di una rata finale. L’importo totale dovuto è di 13.916,76 Euro con TAN fisso 6,85% (salvo arrotondamento rata) – TAEG 9,50%.

Tra pochi giorni arriva la 500 Elettrica “base” 

Come confermato da Olivier Francois, numero uno del brand Fiat, il prossimo 22 ottobre ci sarà la presentazione alla stampa della 500 Elettrica. Nel corso dell’evento dovrebbe esserci l’atteso debutto della gamma completa della city car del marchio italiano. Secondo le prime indiscrezioni, la versione base della 500 Elettrica dovrebbe presentare un’autonomia inferiore ed un motore meno potente rispetto alla serie speciale La Prima.

Il prezzo di partenza della 500 Elettrica dovrebbe essere di 26 mila Euro (29 mila Euro per la versione cabrio), poco più della versione top di gamma della 500 Hybrid. Sfruttando gli incentivi statali, però, la 500 Elettrica potrà essere acquistata ad un prezzo prossimo o addirittura inferiore ai 20 mila Euro, risultando sicuramente più interessante.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento