in

Uber contro recidivi mascherina

Mask Verification estesa anche agli utenti che prenotano una corsa, già segnalati per non aver indossato la mascherina in una corsa precedente

uber-mask-verification-feature-is-meant-to-ensure-passengers-are-wearing-masks-amidst-the-covid-19-p

La mascherina come arma di salvezza anti Covid: ecco perché c’è Uber contro recidivi mascherina. Scatta l’implementazione della tecnologia Mask Verification estesa anche agli utenti che prenotano una corsa, già segnalati per non aver indossato la mascherina in una corsa precedente. Dall’inizio di quest’anno, sulla piattaforma c’è questa innovativa funzionalità di sicurezza per verificare che autisti e corrieri indossassero la mascherina. Attraverso la condizione di un selfie. Pena l’impossibilità di iniziare il servizio.

Uber contro recidivi mascherina: cosa succede a chi è senza

Uber adotta la regola “Niente mascherina Niente Corsa” anche per passeggeri oltre che per i conducenti.

Già con l’entrata in vigore a maggio del controllo Mask Verification per i conducenti, questi, qualora il cliente non indossasse la mascherina, potevano rifiutare la corsa. Oggi il conducente non solo potrà rifiutare di far salire in auto il cliente sprovvisto di mascherina e cancellare la corsa senza penale, ma potrà inviare una segnalazione ad Uber.

Risultato: alla successiva prenotazione, il cliente deve provare di indossare la mascherina scattandosi un selfie con l’App, potendo accedere solo così al servizio. Anche la tecnologia Mask Verification utilizzata per i passeggeri, come quella per i conducenti, rileva la maschera come un oggetto nella foto e non elabora le informazioni biometriche. Le foto inviate dagli utenti, inoltre, saranno eliminate subito dopo la verifica, e non saranno condivise con il driver.

Investimenti anti-coronavirus

A maggio Uber ha annunciato lo stanziamento di 50 milioni di dollari per l’acquisto e la distribuzione di prodotti per la pulizia e dispositivi di protezione per i conducenti. Da marzo, sono stati acquistati quasi 30 milioni di mascherine. A livello globale, Uber ha distribuito 1,4 milioni di mascherine ad autisti e corrieri e continuerà a fornirle in futuro. Ha inoltre fornito gratuitamente più di 800.000 confezioni di spray disinfettanti, salviette e disinfettante per le mani ai conducenti.

Hai le notifiche bloccate!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento