in

Una Lancia Delta HF Integrale del 1989 sta cercando una nuova casa

Sotto il cofano c’è ancora l’originale motore turbo a quattro cilindri da 2 litri

Lancia Delta HF Integrale 1989 asta

La Lancia Delta HF Integrale è una delle auto più importanti prodotte dalla casa automobilistica torinese e adesso si ha la possibilità di acquistare un esemplare del 1989. La Delta HF Integrale non è sicuramente un’auto che ha bisogno di presentazioni e questa unità è stata importata negli Stati Uniti dal Giappone dal venditore all’inizio di quest’anno.

Esternamente abbiamo una carrozzeria rifinita in bianco con livrea Martini. Questa stessa auto era stata precedentemente messa in vendita a giugno e, sebbene fossero stati raccolti 23.000 dollari, purtroppo la vendita non si è conclusa.

Lancia Delta HF Integrale 1989 asta
Lancia Delta HF Integrale interni

Lancia Delta HF Integrale: un bellissimo esemplare con livrea Martini sta cercando un nuovo proprietario

Le informazioni fornite da Bring A Trailer rivelano che la Lancia Delta HF Integrale dispone anche di cerchi da 15″ originali con parti centrali color gunmetal e degli pneumatici Yokohama BluEarth-A 185/60.

All’interno della vettura troviamo dei sedili sportivi Recaro con inserti in tessuto a righe Missoni, pannelli delle portiere abbinati, moquette grigia e cruscotto e console centrale neri. Non mancano degli alzacristalli anteriori elettrici, un volante a tre razze, un pomello del cambio marchiato Lancia e un lettore CD Pioneer.

Sotto il cofano di questa Delta Integrale si nasconde un motore a quattro cilindri turbo da 2 litri a otto valvole che produce una potenza di 185 CV e 304 m di coppia massima, abbinato a una trasmissione manuale a 5 velocità che scarica la potenza su tutte e quattro le ruote. Infine, Bring A Trailer afferma che questa Lancia Delta HF Integrale del 1989 ha percorso oltre 78.000 km.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento