in

Bosch porterà sul mercato i primi camion a idrogeno nel 2022-2023

L’idrogeno contribuisce alla decarbonizzazione dell’economia

Bosch camion idrogeno

Nel settore del trasporto merci abbiamo visto come vengano utilizzati sempre di più gli autocarri pesanti alimentati dall’idrogeno. Un veicolo del genere è in grado di assicurare oltre 1000 km di autonomia e consente di trasportare beni e prodotti restando climate-neutral se l’idrogeno viene prodotto usando energia rinnovabile.

Ormai sono diversi anni che Bosch sta sviluppando un sistema di propulsione a celle a combustibile che inizialmente verrà utilizzato sui camion. Nelle scorse ore, il gruppo tedesco ha comunicato che la produzione avverrà nel 2022-2023. Una volta che si saranno diffusi i primi autocarri fuel cell, questi sistemi verranno utilizzati anche sulle auto.

Bosch camion idrogeno
Bosch, i primi camion a idrogeno sbarcheranno molto presto sul mercato

Bosch: il gruppo tedesco credo fortemente nell’idrogeno

Secondo Bosch, l’idrogeno è una delle componenti essenziali della mobilità del futuro e inoltre per convertire i veicoli sono richiesti dei minimi interventi. Oltre al serbatoio di idrogeno, i veicoli con celle a combustibile richiedono soltanto una batteria che è molto più piccola rispetto a quella utilizzata sulle auto elettriche. In questo modo vengono ridotti parecchio i livelli di emissioni di carbonio in fase di produzione.

Uwe Gackstatter, presidente di Bosch Powertrain Solutions, ha dichiarato: “I vantaggi della cella a combustibile entrano realmente in gioco nei campi in cui i sistemi di propulsione elettrici a batteria non eccellono. Quindi celle a combustibile e batterie non sono in competizione tra loro; piuttosto, si completano alla perfezione“.

Bosch camion idrogeno

Dai diversi test effettuati è stato appurato che l’idrogeno gassoso è sicuro e non è più pericoloso di altri combustibili o batterie per veicoli. Inoltre, l’idrogeno è circa 14 volte più leggero dell’aria e quindi riesce a volatilizzarsi più velocemente rispetto al tempo che impiegherebbe per reagire con l’ossigeno presente nell’aria.

L’idrogeno, poi, ha una densità di energia elevata. Ad esempio, 1 kg di idrogeno corrisponde a 3,3 litri di diesel. Per percorrere 100 km, una vettura ha bisogno di circa 1 kg di idrogeno mentre un autocarro da 40 tonnellate ha bisogno di 7 tonnellate.

Bosch camion idrogeno

I sistemi di propulsione a idrogeno sono molto più efficienti dei motori a combustione interna

In merito a ciò, Gackstatter ha detto: “Le celle a combustibile sono l’opzione migliore per il trasporto quotidiano di grandi carichi su lunghe tratte, e nell’ambito del progetto H2Haul finanziato dall’Ue, stiamo attualmente collaborando con altre aziende per creare una piccola flotta di camion a celle a combustibile e metterla su strada“.

Bosch ha sottolineato il fatto che i sistemi di propulsione a idrogeno sono molto più efficienti (circa un quarto in più) dei motori a combustione interna usati sui veicoli tradizionali. Attualmente, l’azienda tedesca sta collaborando con la startup Powercell per sviluppare la pila e prepararla per il debutto sul mercato e successivamente per l’inizio della produzione.

Bosch camion idrogeno

L’obiettivo di questa mossa è quello di portare sul mercato una soluzione ad alte prestazioni ma a basso costo. La rete attuale di stazioni di rifornimento di idrogeno è molto scarsa ma le circa 180 presenti in Europa sono più che sufficienti per alcune tratte importanti. Diverse aziende stanno collaborando in molti paesi per espandere la rete di distribuzione, spesso usufruendo anche di agevolazioni statali.

In Germania, l’idrogeno è stato inserito nella Strategia Nazionale per l’Idrogeno in quanto questo carburante gioca un ruolo molto importante nella decarbonizzazione dell’economia. Anche Cina, Giappone e Corea del Sud hanno messo a punto dei programmi specifici per espandere l’uso dell’idrogeno.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI