in

Mercato auto in Brasile: 6,4% di vendite in più ad agosto 2020

La pandamia e i tassi di interesse bassi hanno spinto le persone ad acquistare un’auto personale

Grazie alle varie promozioni allettanti lanciate a marzo e aprile in Brasile, si è registrata una forte crescita delle vendite, anche se i volumi sono insufficienti per compensare l’intero calo annuale causato del coronavirus. Agosto è stato il quarto mese consecutivo di crescita ma i volumi restano ben al di sotto di quelli registrati nel 2019 e inoltre il ritmo della ripresa è stato rallentato con 173.500 immatricolazioni di auto e veicoli commerciali (+6,4% rispetto a luglio).

Parliamo della percentuale di crescita mensile più bassa registrata da maggio. Questi dati sono stati diffusi nelle scorse ore da Fenabrave (Federação Nacional da Distribuição de Veículos Automotores), l’associazione nazionale dei concessionari. Per l’ente, la situazione rimane positiva e ci sono stimoli che dovrebbero supportare la ripresa del mercato automobilistico brasiliano nei prossimi mesi.

Mercato auto Europa ottobre 2019
Mercato auto in Brasile, otlre 173.000 esemplari venduti tra auto e veicoli commerciali

Mercato auto in Brasile: agosto è stato il quarto mese consecutivo di crescita

Alarico Assumpção Júnior, presidente di Fenabrave, ha detto: “La pandemia ha stimolato l’acquisto di auto per il trasporto individuale di persone (che si sentono insicure riguardo al trasporto pubblico o condiviso). Inoltre, il finanziamento è diventato più accessibile: attualmente, l’indice di approvazione catastale è di quasi sette approvazioni su dieci valutazioni inviate alle banche”.

Il dirigente ha aggiunto che il tasso di interesse base è al livello più basso della storia (2% annuo) e questo stimola i consumi sia per il minor costo del credito che per il vantaggio di acquistare beni rispetto a lasciare il denaro in banca. Anche così, però, il livello delle vendite nel grande paese sudamericano resta ben al di sotto di quanto necessario per recuperare le perdite subite fino ad ora.

Rispetto ad agosto 2019, Fenabrave fa notare che le vendite sono diminuite del 25%. Nei primi otto mesi del 2020, sono stati venduti 1,1 milioni di veicoli commerciali leggeri, ossia un calo del 35,7% rispetto a quanto registrato nello stesso periodo dello scorso anno (1,7 milioni). L’associazione sostiene che le vendite rilevate da gennaio ad agosto 2020 è il 17º periodo peggiore registrato nella storia del mercato automobilistico brasiliano dal 1957.

Per Assumpção Júnior, il risultato raggiunto ad agosto è più che positivo. “Nonostante i due giorni lavorativi in meno rispetto a luglio, il numero delle immatricolazioni è aumentato e ciò dimostra che il mercato ha ripreso i livelli di volume più elevati e si sta adeguando alla nuova normalità”, ha dichiarato il presidente di Fenabrave.

L’associazione ha preferito mantenere le sue previsioni diffuse all’inizio di luglio che indicano un calo del 37,1% delle vendite di veicoli commerciali leggeri per quest’anno rispetto al 2019, ossia 1,67 milioni di esemplari immatricolati. Per il mercato degli autocarri, Fenabrave riporta una diminuzione del 18,6% a 82.800 unità mentre per gli autobus del 39,1% a 15.500 esemplari. Infine, Fenabrave ha dichiarato che rivaluterà queste proiezioni ad ottobre.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento