in

Brasile: IHS Markit prevede un calo delle vendite del 30% nel 2020

I volumi di vendita che riguardano il mercato argentino restano ancora piuttosto bassi

Brasile flotta veicoli

Ad agosto, cinque mesi dopo l’inizio della pandemia, IHS Markit continua a mantenere la sua proiezione delle vendite e della produzione di veicoli commerciali leggeri in Brasile. Parliamo di 1,86 milioni di unità vendute quest’anno, in calo del 30% rispetto al 2019, e 1,88 milioni di auto e veicoli commerciali leggeri prodotti, con un calo del 23%.

La società di consulenza ha effettuato alcune previsioni che riguardano anche il 2021: 2,3 milioni di esemplari venduti (+23%) e 2,42 milioni di veicoli prodotti (+28,6%). L’azienda stima anche che la ripresa del mercato sarà sostenuta fino alla fine dell’anno al ritmo attuale. È sufficiente che da agosto a dicembre, le vendite portino risultati simili a quelli di luglio in cui sono state immatricolate 174.000 auto.

Brasile flotta veicoli
Brasile, IHS Markit ha rivisto le sue previsioni di vendite e produzione che riguardano Brasile e Argentina

IHS Markit: previste 1,86 milioni di unità vendute in tutto il 2020 in Brasile

Per quanto concerne il mercato argentino, IHS Markit afferma che i volumi di vendita restano ancora piuttosto bassi con le seguenti proiezioni: 287.500 veicoli commerciali leggeri venduti, in calo del 35,3% rispetto al 2019. Per il 2021, la stima è leggermente diminuita a 292.500 (+1,4% rispetto al 2020).

Riguardo la produzione, grazie alla ripresa leggermente più rapida in Brasile – il più grande acquirente di auto prodotte in Argentina – i numeri sono leggermente aumentati. IHS Markit prevede che quest’anno in Argentina saranno prodotte 257.000 auto e veicoli commerciali leggeri, il che significa un calo del 24,3% rispetto al 2019. Anche per il 2021 si registra un leggero miglioramento con 353.200 esemplari immatricolati (+37,4%).

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento