in

Alfa Romeo e Maserati: ecco perchè Stellantis punterà su di loro

Ecco il motivo per cui Stellantis punterà sicuramente su Alfa Romeo e Maserati

Alfa Romeo e Maserati
Alfa Romeo e Maserati

Quando finalmente la fusione tra Fiat Chrysler Automobiles e il gruppo francese PSA sarà ultimata dando origine a Stellantis, il nascente produttore di auto avrà a sua disposizione ben 14 marchi. Molti di questi dovranno inevitabilmente riposizionarsi sul mercato per evitare di pestarsi i piedi tra loro. Questo è il caso ad esempio di Fiat, Peugeot, Lancia, Citroen etc. Ovviamente un discorso totalmente diverso riguarda invece Alfa Romeo e Maserati.

I due marchi premium del gruppo Fiat Chrysler Automobiles non hanno rivali all’interno del nascente gruppo Stellantis. DS infatti non ha storia e ha ancora troppi pochi modelli per essere considerata alla pari dei due marchi italiani. Questo fa capire il motivo per cui il futuro amministratore delegato Carlos Tavares punterà forte su Alfa Romeo e Maserati. Sono gli unici con i quali Stellantis proverà a dare la scalata al segmento premium del mercato auto con l’obiettivo si sfidare nel lungo periodo i rivali tedeschi quali Audi, Bmw e Mercedes.

Questo anche con l’obiettivo di incrementare le vendite attuali del gruppo che come abbiamo riportato in un nostro precedente articolo proverà a sfidare ad armi pari Toyota e Volkswagen per la supremazia a livello globale. Ed ecco allora spiegato il motivo per cui nei prossimi anni le gamme di Alfa Romeo e Maserati saranno arricchite con tanti nuovi modelli. Il Biscione vedrà arrivare altri due SUV oltre a Tonale, probabile l’arrivo di Giulietta e di una sportiva in edizione limitata. Più difficile ma possibile per Cina e Stati Uniti l’arrivo di un’ammiraglia.

Maserati invece oltre a elettrificare tutta la gamma e a lanciare la nuova Maserati MC20, nel 2021 farà debuttare il nuovo SUV compatto  che sarà prodotto a Cassino, poi toccherà alle nuove generazioni di GranTurismo e GranCabrio. Successivamente nuove generazioni arriveranno anche per il resto della gamma e si prevede l’arrivo di almeno 1 altro modello inedito.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler ha salvato i suoi marchi Alfa Romeo e Maserati grazie a Tesla

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI