in

Fiat Chrysler ha salvato i suoi marchi Alfa Romeo e Maserati grazie a Tesla

Grazie all’accordo con Tesla Fiat Chrysler ha potuto continuare a vendere i modelli più sportivi di Alfa Romeo e Maserati

Alfa Romeo e Maserati
Alfa Romeo e Maserati

Già nel maggio 2019, è stato annunciato che Fiat Chrysler avrebbe pagato Tesla circa 1,8 miliardi di euro per raggiungere gli obiettivi di CO2 ed evitare multe elevate negli Stati Uniti e in Europa. Tesla ha beneficiato di questo accordo per la prima volta nel primo trimestre del 2020. L’intero profitto derivava da un pagamento in centinaia di milioni, che probabilmente proveniva in gran parte dalla società automobilistica italo americana Fiat Chrysler (FCA). Inoltre, l’accordo sul CO2 con Tesla ha contribuito alla sopravvivenza Alfa Romeo e Maserati.

Il portale britannico AutoTrader ha indicato che i due marchi sono ampiamente responsabili del superamento dei limiti di CO2 nel gruppo FCA. Ciò può essere dovuto al fatto che Alfa Romeo e Maserati sono le due case automobilistiche tra quelle presenti in FCA con più veicoli sportivi. Le piccole auto della Fiat – anche le versioni elettrificate – non sono state sufficienti per ridurre significativamente il consumo medio. Inoltre, i marchi sportivi FCA stanno attualmente rallentando la propria elettrificazione anziché accelerarla.

Una possibilità, oltre all’accordo sul CO2 con Tesla, sarebbe stata quella di rimuovere dal mercato i modelli con il maggior consumo. Ciò avrebbe colpito duramente Alfa Romeo e Maserati. Può quindi essere visto come una salvezza per i due marchi che Tesla stia facendo la sua parte per abbassare i valori della flotta di CO2 di FCA. Secondo FCA, la maggior parte degli indennizzi concordati per 1,8 miliardi di euro sono previsti per quest’anno, il resto entro la fine del 2022.

Inoltre, la cooperazione tra FCA e Tesla potrebbe essere approfondita anche in altre aree. A novembre 2019 Mike Manley, CEO di Fiat Chrysler, ha capito che Tesla poteva benissimo fornire batterie e motori per le future auto elettriche di Fiat Chrysler. In effetti, secondo il CEO di Fiat Chrysler, ci sarà un’iniziativa di elettrificazione su larga scala in futuro. Questo soprattutto quando verrà effettuata la fusione con il gruppo PSA. Per fare questo, Fiat Chrysler ha bisogno di un prezioso alleato che abbia molta familiarità con la tecnologia dei veicoli elettrici. Quell’alleato sarà Tesla, ha dichiarato l’amministratore delegato della FCA.

Ti potrebbe interessare: Geely nega il piano per l’acquisto di Alfa Romeo e Maserati