in

Fiat Chrysler supera Ford nell’American Customer Satisfaction Index

Fiat Chrysler guadagna mentre Ford e GM perdono secondo l’ultima American Customer Satisfaction Index

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

COVID-19 e la recessione globale hanno colpito duramente le vendite di auto, ma la pandemia non è l’unica cosa nelle menti dei nuovi acquirenti di auto. I consumatori sono generalmente meno soddisfatti delle loro auto, ma tra i Detroit Three, Fiat Chrysler Automobiles ha ricevuto buone notizie nell’ultimo sondaggio sulla soddisfazione dei clienti.

Fiat Chrysler guadagna mentre Ford e GM perdono secondo l’ultima American Customer Satisfaction Index

L’ultima versione dell’American Customer Satisfaction Index mostra che Fiat Chrysler, produttore dei pickup Ram e dei SUV Jeep, ha effettivamente migliorato il suo punteggio rispetto a un anno fa. Questo non si può dire né per General Motors né per Ford. Il sondaggio si basa su interviste a 10.414 clienti, “scelti a caso e contattati via email tra il 1 luglio 2019 e il 14 giugno 2020”, quindi il periodo coperto comprende anche i primi mesi della pandemia di coronavirus.

“Guardando alle case automobilistiche nazionali, i risultati della soddisfazione del cliente sono contrastanti poiché sia ​​Ford che GM mostrano un forte calo mentre Fiat Chrysler guadagna. Ford finisce più lontano quest’anno, crollando del 5% a 76 (su una scala da 0 a 100), il punteggio più basso tra the Detroit Three “, secondo il rapporto sull’indice di soddisfazione dei clienti americano del 2020 pubblicato martedì. Quel risultato segna una svolta per FCA, che negli ultimi anni aveva registrato il punteggio più basso delle tre società nell’indagine annuale. FCA ha registrato un netto miglioramento rispetto allo scorso anno.

Ti potrebbe interessare: General Motors fa appello contro la decisione del giudice nella causa con Fiat Chrysler

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento