in

Ferrari 166 Inter: ecco la prima auto costruita dal cavallino rampante

Il telaio fu progettato da Aurelio Lampredi mentre il motore da Gioachino Colombo

Ferrari 166 Inter

La Ferrari 166 Inter può vantarsi di essere la prima auto costruita dalla casa automobilistica modenese. L’auto venne presentata in occasione del Salone di Torino nel 1948 e prodotta fino al 1950 in soli 37 esemplari. La progettazione della 166 Inter è stata affidata ad Aurelio Lampredi e Gioachino Colombo. Il primo si è occupato del telaio mentre il secondo del motore.

Secondo gli addetti ai lavori, l’auto deriva direttamente dai modelli da corsa di quel periodo come la 166 MM o la 166 F2. Il nome Inter venne aggiunto alla denominazione della vettura per omaggiare la scuderia automobilistica dei fratelli Besana che correvano con la 166 SC ribattezzata in Ferrari Inter.

Ferrari 166 Inter
Ferrari 166 Inter profilo laterale

Ferrari 166 Inter: la vettura venne prodotta in soli 37 esemplari

La maggior parte delle carrozzerie della Ferrari 166 Inter furono realizzate da Touring e Ghia ma ci sono alcuni esemplari curati da Vignale e Pininfarina. Inoltre, esiste una one-off a quattro posti commissionata da Enzo Ferrari e realizzata dalla Carrozzeria Bertone.

Ferrari scelse di configurare la sua 166 Inter prevalentemente con una carrozzeria coupé, anche se ci sono alcuni esemplari cabrio. Sotto il cofano anteriore è presente un motore V12 montato longitudinalmente con cilindrata di quasi 2 litri in grado di sviluppare una potenza di 90 CV.

Ferrari 166 Inter
Ferrari 166 Inter tre quarti posteriore

Accanto al propulsore troviamo un cambio a 5 rapporti più retromarcia e la trazione posteriore. A parte il prestante 12 cilindri per quell’epoca, la vettura era molto agile grazie al passo corto.

Grazie all’ausilio dell’alluminio per realizzare interamente la carrozzeria, il peso dell’auto era di soli 800 kg. La versione del 1950 della Ferrari 166 Inter, però, ha ricevuto un aumento di potenza a 115 CV, un interasse più lungo e un corpo più pesante.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI