in

Guida autonoma di Livello 2 ancora poco affidabile secondo dei test

Le auto testate da AAA non hanno quasi mai riconosciuto l’auto in panne di prova posizionata a bordo strada

Auto a guida autonoma ANSYS

Le autorità attualmente riconoscono la guida autonoma di Livello 2. Tuttavia, diversi test effettuati mostrano che questa tecnologia è ancora ben lontana dal sostituire il conducente. Uno studio condotto dalla AAA Foundation for Traffic Safety ha rivelato ciò dopo aver messo a confronto cinque auto dotate proprio di questo sistema. Fra i problemi emersi c’è quello dell’auto in panne ferma sulla strada che non viene riconosciuta dalla tecnologia.

Secondo gli esperti della fondazione, i sistemi attuali sono migliorati poco negli ultimi due anni, mettendo a confronto i risultati dei recenti test con quelli condotti qualche anno fa. Da ciò, la AAA Foundation for Traffic Safety afferma che la tecnologia attuale non è in grado di sostituire assolutamente il guidatore.

Auto guida autonoma
Guida autonoma di Livello 2, cinque auto testate per scoprire le sue prestazioni

Guida autonoma di Livello 2: gli ultimi test non hanno portato i risultati tanto sperati

In particolare, la fondazione ha condotto varie prove su cinque vetture: BMW X7 2019, Cadillac CT6 2019, Ford Edge 2019, Kia Telluride 2020 e Subaru Outback 2020. Ogni modello è stato testato per circa 6400 km prima di giungere alle conclusioni.

Greg Brannon, direttore dell’ingegneria automobilistica di AAA, ha detto: “Le persone hanno meno probabilità di impegnarsi davvero a capire come funzionano i sistemi. Questo presume che funzionino. Potrebbe essere un presupposto davvero pericoloso“.

Durante i test di guida semi autonoma, le auto provate hanno richiesto l’intervento del conducente ogni 13 km in media. “I sistemi che combinano il controllo dell’acceleratore, freno e sterzo, spesso smettono di funzionare con poco preavviso per i conducenti“, ha detto Brannon.

Come riportato ad inizio articolo, la cosa che preoccupa maggiormente è che diverse volte le auto testate hanno colpito la vettura in panne di prova a una velocità di 40 km/h. Un altro problema scoperto durante i test della guida autonoma di Livello 2 è l’incapacità dell’auto di rimanere all’interno della carreggiata, nonché il metodo utilizzato dal veicolo per comunicare con il conducente che si differenzia da un modello all’altro.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento