in

Fiat ha cambiato linea in Brasile per sopravvivere

Dietro al cambio repentino di piani in Brasile di Fiat si cela una mera questione di sopravvivenza

Fiat 3 nuovi SUV Brasile

Quattro anni fa, in America Latina Fiat aveva una strategia ben definita: nessun SUV nella sua gamma. In Brasile, il ruolo di avere SUV era stato lasciato a Jeep, l’altro marchio del gruppo Fiat Chrysler presente in quel mercato. Alcuni anni prima, era stata completata la fusione che costituiva il gruppo FCA e in Brasile si era deciso di procedere in questa maniera. Ma adesso in Sud America i piani sono cambiati. La scorsa settimana, Fiat ha confermato le notizie rilasciate alla fine del 2019. Secondo quanto ufficialmente confermato dal numero uno di FCA in America Latina, Antoinio Filosa, Fiat avrà ben due SUV nella sua linea. Il primo arriverà nel 2021. L’altro dovrebbe arrivare l’anno successivo.

In tanti si domandano come mai vi sia stato questo cambio repentino di strategia in Fiat. Quando la casa italiana ha perso in Brasile la leadership delle vendite nella prima metà di questo decennio, venendo superata da Chevrolet e Volkswagen, Fiat sembrava ferma nelle sue decisioni. Del resto sommando le vendite di FIat e Jeep comunque FCA manteneva lo stesso la leadership. Ma con il passare degli anni il marchio ha perso sempre più forza in quel mercato e dunque dopo la morte di Sergio Marchionne la nuova dirigenza ha deciso di cambiare radicalmente approccio e di piegarsi anche lei alle logiche del mercato puntando sui modelli più popolari in questo momento: i SUV. 

La verità è che in Brasile in questo momento il segmento più popolare è quello dei B-SUV e senza un SUV compatto nella gamma, Fiat sta perdendo tutti questi clienti. Non ci sono Renegade e Compass che possono compensare questa perdita. Dunque da ciò deriva il cambio di strategia avvenuto lo scorso anno e che porterà Fiat ad avere due SUV entro la fine del 2022 nella sua gamma. Insomma per la casa italiana si tratta semplicemente di una questione di sopravvivenza.

Ti potrebbe interessare: IShowroom di Fiat Chrysler: ecco in cosa consiste il nuovo servizio nato in Medio Oriente