in

Alfa Romeo Giulia e Stelvio: a Cassino sarebbero iniziati i lavori per le future varianti ibride

Il prossimo anno è atteso il debutto dei restyling di metà carriera di Giulia e Stelvio

Il futuro del marchio Alfa Romeo prevede poche ma fondamentali novità per il prossimo futuro. Oltre al lancio del nuovo Alfa Romeo Tonale, atteso sul finire del 2021 sulle linee di produzione di Pomigliano d’Arco, e dell’ancora misterioso Alfa Romeo B-SUV, che potrebbe arrivare solo nel 2023 grazie ad una piattaforma del gruppo PSA, in arrivo ci sono i restyling di metà carriera di Giulia e Stelvio. 

Il debutto delle nuove versioni dei due modelli di segmento D della casa italiana è atteso per il 2021. Al momento, Alfa Romeo non ha ancora rivelato alcuna informazione in merito alle novità che caratterizzeranno il restyling di Giulia e Stelvio. Nel recente aggiornamento del piano industriale di FCA, ricordiamo, non si fa alcun riferimento alle novità in arrivo per i modelli di Alfa Romeo.

Secondo alcune indiscrezioni di queste ore, in queste settimane a Cassino sarebbero iniziati i lavori per le nuove versioni ibride di Giulia e Stelvio che dovrebbero rappresentare il punto di riferimento dei restyling dei due modelli. Le variante elettrificate dei due modelli di Alfa Romeo, sempre stando a quanto riportano i rumors in uscita da Cassino, dovrebbero essere pronte per la prima metà del 2021.

Per il momento, nonostante le tante indiscrezioni degli ultimi mesi, Alfa Romeo ed FCA non hanno ancora rivelato alcuna informazione su quello che sarà il futuro di Giulia e Stelvio. Gli ultimi dettagli ufficiali sono stati svelati lo scorso anno, in occasione dell’aggiornamento del piano industriale di Alfa Romeo che ha certificato la cancellazione di quasi tutti i modelli annunciati nel 2018.

Una conferma ufficiale in merito all’avvio dei lavori per l’elettrificazione di Giulia e Stelvio potrebbe arrivare la prossima settimana, in occasione dell’annuncio dei risultati finanziari del secondo trimestre del 2020 di FCA. L’azienda già in passato ha rivelato diversi dettagli sui progetti in arrivo nel corso delle conference call di presentazione dell’ultima trimestrale. La settimana prossima potremo, si spera, scoprire qualche dettaglio in più sul futuro dei due modelli di Alfa Romeo.

Alfa Romeo Giulia e Stelvio: solo varianti mild hybrid in arrivo?

Al momento, l’arrivo di versione plug-in hybrid per Giulia e Stelvio (per altro a metà del ciclo vitale dei due modelli) appare alquanto improbabile. Se l’elettrificazione ci sarà, infatti, molto probabilmente si tratterà di una soluzione mild hybrid, simile a quanto fatto da Maserati con la nuova Ghibli Hybrid che, nonostante diversi anni di rumors e indiscrezioni, non vedrà l’arrivo di una versione plug-in.

L’elettrificazione di Alfa Romeo Giulia e Stelvio sarà esclusivamente di tipo mild hybrid e riguarderà, molto probabilmente, il 2.0 turbo benzina già in gamma che potrà, quindi, contare su di sistema elettrico di supporto. L’assenza di informazioni ufficiali non ci permette ancora di entrare nei dettagli di quelle che potrebbero essere le caratteristiche dei progetti. Anche in questo caso, sarà necessario attendere il prossimo futuro per saperne di più.

Maserati D-SUV: base Giorgio con variante plug-in hybrid

Tra le poche informazioni ufficiali sul futuro dello stabilimento di Cassino c’è l’avvio della produzione del Maserati D-SUV, progetto noto anche come Levantino per sottolineare le dimensioni inferiori rispetto al Maserati Levante. Come confermato da FCA in occasione dell’aggiornamento del piano industriale per gli stabilimenti italiani, il Levantino sarà dotato di una variante plug-in hybrid.

Il nuovo entry level di casa Maserati, ricordiamo, sarà prodotto nello stabilimento di Cassino, andando a rimpiazzare la Giulietta oramai prossima alla fine della produzione. Il nuovo D-SUV potrà contare (anche in questo caso c’è la conferma ufficiale) su di una versione plug-in hybrid che andrà ad affiancare delle varianti mild hybrid.

Per il momento, questa soluzione plug-in, nonostante l’utilizzo della piattaforma Giorgio, non sembra essere destinata ai modelli di casa Alfa Romeo. Il nuovo D-SUV di Maserati sarà pronto per la commercializzazione entro la fine del 2021 e diventerà il punto di riferimento della gamma Maserati e, più in generale, delle attività produttive dello stabilimento laziale.

Maggiori dettagli sul futuro D-SUV Maserati e sui restyling di Giulia e Stelvio dovrebbero arrivare nel corso delle prossime settimane. Il 2021 sarà un anno fondamentale per Alfa Romeo, per Maserati e, più in generale, per tutto il gruppo FCA. Continuate a seguirci per saperne di più.

Hai le notifiche bloccate!!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI