in

Alfa Romeo Nero: un progetto digitale ispirato alla Ferrari Monza SP2

Questa vettura sarebbe perfetta con l’ultima evoluzione del V6 biturbo da 2.9 litri

Alfa Romeo Nero render

Dopo aver proposto in render un ipotetico restyling della Giulia con i nuovi gruppi ottici a LED composti da tre luci viste sul concept Tonale, l’artista Andras Veres è tornato con un progetto digitale molto interessante che riguarda sempre il Biscione.

Con il nome di Alfa Romeo Nero, questo progetto immagina una sportiva a due posti basata sulla Ferrari Monza SP2. La vettura rappresentata nel render dispone di un impianto di scarico laterale che sostanzialmente migliora ulteriormente il suo aspetto sportivo.

Alfa Romeo Nero render
Alfa Romeo Nero frontale

Alfa Romeo Nero: un interessante progetto digitale dal design altamente sportivo

La Nero arriverebbe sul mercato come un’auto parecchio moderna, caratterizzata da una fascia anteriore dal design evolutivo utilizzata dalla casa automobilistica di Arese su tutti i suoi modelli. Il concept di Andras Veres sfrutta la tecnologia a LED sia per i fari anteriori che per i fanali posteriori e varie caratteristiche che contribuiscono a rendere l’aspetto più sportivo in generale.

Altri dettagli che emergono dai render sono i particolari cerchi neri con pinze freno rosse su cui è impresso il logo Alfa Romeo, il Quadrifoglio verde tipico dei modelli più prestanti offerti dal Biscione e delle portiere laterali con apertura ad ali di gabbiano. Visibile anche in parte gli interni con sedili in pelle rossa.

Visto che parliamo di un modello quadrifoglio, l’Alfa Romeo Nero potrebbe essere perfetta per l’ultima evoluzione del motore V6 biturbo da 2.9 litri, ossia quella utilizzata sulla prestante Giulia GTA. Ancora meglio sarebbe il V12 da 810 CV a 8500 g/min impiegato sulle Ferrari Monza SP1 ed SP2.