in

Lancia Musa Cross: il nuovo crossover ispirato all’Opel Mokka

Un progetto digitale che diventerebbe reale sfruttando la fusione tra FCA e PSA

Lancia Musa Cross render

La Lancia Musa ha avuto un ruolo molto importante nella storia di Lancia in quanto è stata la prima auto di segmento B prodotta dalla casa automobilistica torinese, presentata in occasione del Salone di Ginevra del 2004.

Il veicolo, inoltre, si è classificato come la monovolume compatta più venduta in Italia nel 2006, 2007, 2008 e 2009. All’epoca, la vettura si scontrava con artisti del calibro di Mercedes Classe A, Citroën C3 Picasso e Opel Meriva.

Lancia Musa
Lancia Musa

Lancia Musa: una possibile variante Cross riporterebbe in vita la famosa vettura

Nonostante i buoni risultati ottenuti negli otto anni di produzione, Lancia decise di togliere dalla gamma la Musa verso la fine del 2012 senza essere rimpiazzata da alcun nuovo modello. Questo perché Fiat ha preferito dare spazio alla 500L che sostanzialmente raccoglie tutte le caratteristiche della Musa e delle Fiat Idea e Multipla.

Detto ciò, in questo articolo vi proponiamo un render realizzato dal designer italiano Stefano Moraschini che ci mostra come sarebbe la moderna Lancia Musa in versione Cross trasformata in un crossover di segmento B.

Le forme generali del concept si ispirano parecchio al nuovo Opel Mokka, vista la fusione tra FCA e PSA che si completerà nei prossimi mesi. Infatti, il marchio di Torino potrebbe sfruttare il SUV di Opel come base di partenza per dare nuova vita alla sua vettura. La Lancia Musa Cross ipotizzata da Moraschini propone anteriormente dei gruppi ottici con fari a LED presi in prestito proprio dal Mokka e un nuovo paraurti anteriore.

Lancia Musa

Al centro della griglia frontale spicca il logo Lancia leggermente più grande rispetto a quello utilizzato in questo momento sulla Ypsilon, l’unica auto rimasta nella gamma della casa automobilistica torinese. Con l’ausilio della piattaforma CMP di PSA, la Lancia Musa Cross arriverebbe sul mercato in più versioni, comprese ibrida plug-in e completamente elettrica.

Parlando del progetto, Moraschini ha affermato: “Vedendo la riuscita nuova Opel Mokka 2021, ho pensato di utilizzarla come base per creare una versione a Marchio Lancia del nuovo crossover Opel-PSA, in vista dell’ormai imminente accordo definitivo FCA-PSA. Il concetto è simile a quello che nel 2004 ha portato a creare Lancia Musa un B-mpv di grande successo basato su Fiat Idea, da li la scelta di utilizzare il nome Musa Cross, le B-suv crossover sono un po’ le B-mpv dei nostri giorni“.

Il designer ha proseguito dicendo: “Gli interventi, per ora limitati al frontale, cercano di rendere più “ricco” lo “sguardo” dell’auto come si conviene a una Lancia, senza però cadere in elementi barocchi. Il paraurti è più lavorato e meno minimal. Si sono evoluti i led già presenti su Opel simulando un doppio faro da sempre presente nella tradizione italiana. Il logo Lancia adottato è monocromatico e di dimensioni maggiori rispetto all’attuale. Seguendo la tendenza già usata da Fiat per il logo 2020“.

Sembra che le notifiche siano off!