in

Regno Unito: il blocco delle auto tradizionali ora è previsto per il 2032

Il divieto riguarderà anche le mild-hybrid e le plug-in hybrid

Mercato auto usate ottobre 2019
Auto usate,

Inizialmente, il Governo inglese aveva detto di voler bloccare definitivamente le vendite di auto con motori endotermici entro il 2040. Successivamente, questo termine è passato al 2035. Nonostante le difficoltà che il settore automobilistico sta attraversando in questo momento a causa del coronavirus, ora pare che il Governo inglese voglia anticipare ancora quella data portandola al 2032.

La notizia è stata diffusa nelle scorse ore da Grant Shapps, responsabile dei trasporti nel Regno Unito, durante un’intervista rilasciata alla BBC. Oltre a bloccare le vendite delle vetture ICE (motore a combustione interna), Shapps ha affermato che il divieto riguarderà anche le mild-hybrid e le plug-in hybrid.

Auto elettriche
Regno Unito, il governo inglese vuole lasciare in commercio solo le auto elettriche

Regno Unito: il responsabile dei trasporti annuncia l’anticipo del blocco delle vendite delle auto con ICE

Si tratta di una presa di posizione necessaria per arrivare all’obiettivo anticipato da Boris Johnson che vede il Regno Unito diventare neutrale al carbone entro il 2050. Almeno fino ad ora, il Governo inglese sta attuando le giuste misure per raggiungere questo obiettivo. Ad esempio il numero delle infrastrutture di ricarica presenti nel paese sono aumentate parecchio negli ultimi mesi.

In risposta alle dichiarazioni rilasciate da Grant Shapps, la Society of Motor Manufacturers and Traders (SMMT) ha voluto dire la sua. In particolare, l’amministratore delegato Mike Hawes ha dichiarato: “Ci sono 60 PHEV sul mercato, e altre 34 arriveranno entro la fine dell’anno. L’industria automobilistica sta facendo enormi sforzi per accelerare il passaggio ad una mobilità più ecologica, ma non ci sono le risorse per raggiungere certi risultati in tempi così brevi“.

In ogni caso, il governo del Regno Unito è pronto a collaborare con i rappresentanti del settore automotive (e non) per trovare delle soluzioni in modo da accelerare il passaggio a sistemi produttivi con zero impatto ambientale, oltre a mettere a disposizione 1,5 miliardi di sterline per far aumentare le vendite delle auto elettriche.